Nicola Procaccini

Manca una sola settimana alle elezioni europee e Fratelli d’Italia chiude con un grande evento in piazza a Napoli.

Una folta delegazione, formata tra gli altri da Nicola Calandrini, Loreto Capuano, Matilde Celentano, Vincenzo Bianchi, è partita anche dalla provincia di Latina per raggiungere la città partenopea e far sentire alta la propria voce.

Circa 200 pullman provenienti da tutte le regioni d’Italia sono giunti di prima mattina partecipare al corteo che e’partito alle 11 da piazza Dante e si è riversato a piazza Matteotti dove il leader di Fratelli d’Italia ha tenuto il suo comizio finale dopo gli interventi dei relatori che si sono alternati sul palco.

Tanto entusiasmo e bandiere tricolore oltre a striscioni hanno accolto il leader, Giorgia Meloni, sul palco.

La sfida è cambiare l’Europa per cambiare l’Italia.

Su questo la Meloni è stata chiarissima suscitando applausi tra i 30mila presenti, stando i dati forniti dall’organizzazione, all’evento.

Nicola Procaccini era circondato da tanti esponenti del partito locale, accolto dall’entusiasmo dei presenti, e subito dopo è ripartito alla volta di altri appuntamenti tra cui quello nella sua città, Terracina, dove stasera ha un altro incontro con i cittadini.

Una campagna elettorale non semplice ma che Procaccini intende vincere e su cui non si sta risparmiando un istante correndo in lungo e largo tutte le regioni che compongono la circoscrizione Italia centrale dove è candidato.

Nel corso del suo intervento la Meloni ha ribattuto su temi chiave quali lo sviluppo, le politiche per l‘immigrazione, la criminalità e sottolineando la necessità di rendere l’Europa la casa di tutti i cittadini e non appannaggio di qualche Stato a discapito degli altri.
Rivolgendosi a Salvini ha detto “E’vero hai sottoscritto un contratto di governo, è vero la parola conta, ma prima di quel contratto avevamo promesso insieme che avremmo sconfitto la sinistra non che l’avremmo tenuta al governo per 5 anni. E allora molla la sinistra del M5S, torna con la destra di Fratelli d’Italia. Questo è il messaggio che spero daranno gli italiani“.
Parole che non sono piaciute a Forza italia ma che aprono al dopo europee, alle elezioni regionali e nazionali che potrebbero vedere la nascita di un nuovo centrodestra.