rapine

E’ caduta in Appello l’aggravante mafiosa per Samuele e Pupetto Di Silvio, condannati nel gennaio del 2019 per l’estorsione ai danni di un ristoratore di Sermoneta.

I due, difesi dall’avvocato Oreste Palmieri, erano stati condannati in primo grado rispettivamente a 8 e 9 anni di reclusione ed il Tribunale di Latina aveva riconosciuto l’aggravante contestata dai pubblici ministeri Luigia Spinelli e Claudio De Lazzaro.

La Corte d’Appello di Roma ha così riformato la condanna e i due dovranno scontare entrambi per quell’episodio 5 anni di reclusione.