scuola Piazza Dante Latina

La palestra puntellata, i pavimenti avvallati, e nessuno che dà garanzie ai genitori sulla sicurezza della struttura. Succede nella scuola di piazza Dante, dove un gruppo di genitori preoccupato dalla situazione ha deciso di presentare un esposto in Procura. 

Tutto nasce sul finire dell’anno scolastico 2017-2018, quando durante la recita di fine anno in aula magna diverse persone hanno la sensazione che mentre i bambini si muovono sul palco, il pavimento sotto i loro piedi traballi.

Passa l’estate, e al ritorno a scuola, i genitori vengono a sapere che quest’anno i piccoli dovranno fare a meno della palestra: è puntellata e quindi inagibile. Poco importa per l’attività fisica, perché a destare più preoccupazione è il fatto che sopra la palestra ci siano delle aule. Aule interdette anche queste, ma è una soluzione tampone considerando che si lasciano vuote le classi a destra del corridoio mentre sono comunque occupate quelle a sinistra, tutte al di sopra della palestra inagibile.

E questo non è certo una garanzia di sicurezza per coloro che tutte le mattine lasciano i propri bambini a scuola. 

In più a qualcuno non è sfuggito che il pavimento è come avvallato, sceso di diversi centimetri rispetto al battiscopa. 

Nel frattempo il Comune è informato ma non interviene. Sono partiti due esposti, uno ai vigili del fuoco e l’altro alla Prefettura, ma nessuno si è visto.

La preside Claudia Rossi ha fatto sapere però di avere una relazione di 40 pagine sullo stato della struttura consegnato in Comune e di aver provveduto a dicembre a fare una prova di carico. Più di questo non può fare, questo ciò che ha detto a chi le ha chiesto un confronto.

Tutti gli atti sarebbero in Comune. Qualche genitore ha anche provato a fare richiesta agli atti ma anche in questo caso, nessuna risposta. 

Ad allarmare ulteriormente i genitori ci sarebbe stata la frase di una maestra che nei giorni scorsi avrebbe detto ai bambini parole che suonano più o meno così: “Non saltate o qui crolla tutto”.

Ed effettivamente ai bambini sarebbe persino vietata la ricreazione in corridoio, si mangia in aula appunto per non far traballare ulteriormente il pavimento. Pavimento che presenta anche delle crepe.

pavimento scuola piazza dante
Crepe nel pavimento della scuola di piazza Dante

Dunque non è rimasto altro che fare un posto in Procura e chiedere un intervento urgente. 

“Qualcuno deve mettere per iscritto che la scuola è sicura. La scuola di Borgo Podgora è stata chiusa per lo stesso identico motivo. La nostra sta così”, dice una mamma esasperata.

Se la scuola non fosse ritenuta sicura infatti, la sola alternativa è proprio la chiusura. Ma poco importa. I genitori preferiscono avere i figli a casa o collocati altrove piuttosto che in un plesso che presenta segni evidenti di cedimento.