lago Fondi

Le abbondanti piogge delle ultime settimane hanno provocato gravi danni.

L’agricoltura, gli allevamenti e l’intero patrimonio ambientale delle zone limitrofe sono stati completamente colpiti dall’esondazione del lago di Fondi.

Una situazione insostenibile che denota l’assenza del Consorzio di bonifica, responsabile della manutenzione degli argini dello specchio d’acqua.

Perciò il vicesindaco di Monte San Biagio, nonché assessore alle attività produttive, Arcangelo Di Cola, non ha esitato a prendere carta e penna e a rivolgersi alle autorità preposte per l’accertamento delle responsabilità.

Ha depositato un esposto presso il commissariato di polizia di Fondi.

Nella denuncia ha espresso il rammarico e la preoccupazione dell’amministrazione comunale per quanto verificatosi.

“La mia attenzione – ha spiegato Di Cola – si è concentrata sull’attività del Consorzio di bonifica e se, negli ultimi anni, l’ente abbia effettivamente fatto il possibile, come da impegno e finalità istituzionali, per assicurare un dignitoso servizio di prevenzione e di manutenzione dei canali e degli argini del lago di Fondi”.

Il vicesindaco ha concluso il suo esposto chiedendo che vengano attentamente vagliate, dagli organi preposti, le cause di quanto accaduto e se necessario, “di verificare le eventuali responsabilità di coloro che avrebbero dovuto coordinare e programmare il corretto svolgimento delle opere di bonifica, con il necessario rafforzamento di tutte le opere idrauliche, nonché lo stato manutentivo sia degli affluenti, che degli argini del lago di Fondi”.