Un uomo di 37 anni, residente a Roma, era impegnato in un’escursione solitaria sul monte Semprevisa quando si è reso conto di aver impiegato troppo tempo a raggiungere la vetta e di non essere adeguatamente equipaggiato per una discesa in notturna.

I fatti si sono verificati ieri sera, sabato 17 ottobre, quando il Corpo nazionale Soccorso Alpino e Speleologico (CNSAS) del Lazio è intervenuto sui monti Lepini, in provincia di Latina, per soccorrere un escursionista impossibilitato a proseguire a causa del buio.

L’escursionista ha dunque chiesto aiuto tramite GeoResQ, l’app realizzata dal Soccorso Alpino in collaborazione con il Club Alpino Italiano, che gli ha permesso di inviare la propria posizione esatta ed essere ricontattato direttamente da un operatore.

Sul posto sono giunti gli operatori delle stazioni di Latina e Collepardo che hanno raggiunto l’uomo e lo hanno riaccompagnato in località Pian della Faggeta, dove aveva lasciato la sua automobile.