giovedì 2 Dicembre 2021

Enrico Letta a Latina con Coletta. L’appello del sindaco: “Sta a voi latinensi decidere”

A sostenere il candidato sindaco di Latina Damiano Coletta è arrivato, ieri sera, il segretario nazionale del Partito Democratico, Enrico Letta.

“Al ballottaggio si vota la persona. E quando la sfida è tra il passato e il futuro – ha detto Letta – alla fine vince sempre il futuro, e sono convinto che questo succederà anche a Latina. Perché se è vero, come dice qualcuno, che gli elettori hanno i capelli bianchi, è pur vero che il loro pensiero va ai loro figli e nipoti, appunto al futuro”.

Erano tante le persone ad ascoltarlo, all’arena del circolo cittadino. “Siamo molto fiduciosi – ha continuato il segretario – Coletta ha fatto un bel primo mandato e c’è grande spinta affinché faccia il secondo. Oggi possiamo finalmente di nuovo a guardarci negli occhi e sappiamo di chi possiamo fidarci; e sappiamo che le cose si possono fare se le facciamo tutti insieme, se siamo comunità”.

“Sarà un referendum tra due persone, tra me e il mio competitor – ha detto il sindaco e candidato Damiano Coletta durante il suo intervento – ognuno con la sua storia e una sua credibilità. Una sfida tra il passato e il futuro, tra due visioni politiche opposte: tra chi ha pensato sempre al bene comune e chi secondo me non lo ha fatto”.

“Abbiamo rimesso i conti a posto – ha continuato il primo cittadino – Latina sfiorava il default, e ora siamo pronti ad accogliere i fondi che arriveranno per la ripresa economica post-covid: abbiamo dei progetti per Latina che saranno in grado di riportarla al centro di una linea di sviluppo e di rilanciarla a livello nazionale e mettere in moto quei meccanismi che consentano alle prossime generazioni di trovare il loro futuro nella nostra città, di restare e di viverlo qui.

Senza mai trascurare quelli che per noi sono valori imprescindibili: sostenibilità economica e ambientale, trasparenza, pari opportunità. L’appello a chi non è andato a votare al primo turno è dunque questo: è l’ora di metterci testa e cuore. Io sarò il sindaco di tutti: votiamo tutti per Latina”.

Questa mattina Coletta, prima del silenzio elettorale di domani, 16 ottobre, ha postato un nuovo messaggio sui social rivolgendosi direttamente ai cittadini del capoluogo pontino: Cari Latinensi, oggi è l’ultimo giorno di una campagna elettorale lunga e faticosa. Abbiamo parlato di contenuti, delle cose fatte e dei progetti futuri per Latina. Il nostro avversario invece è scappato tutto il tempo, mentre altri tentavano di avvelenare il clima e infangare me e la mia famiglia. Hanno negato un dibattito pubblico alla comunità e di questo mi dispiaccio. Ora però non è più tempo di recriminazioni, è il tempo della scelta.

Sta a voi Latinensi decidere il futuro della nostra amata città. Scegliere la buona amministrazione che ha fatto arrivare 90 milioni di euro di investimenti oppure quelli che hanno lasciato 30 milioni di debiti. Votare chi ha ricostruito una filiera sana amministrativa con Regione, Governo, Università e forze produttive per la creazione del Polo della salute o chi ha lasciato mostruosità urbanistiche che offendono la nostra città. È un referendum, tra il futuro radioso di Latina e un passato imbarazzante che ritorna. Tra chi crede nell’Europa e chi al contrario la additava come il problema degli italiani e ora magari vuole godere delle risorse che ci metterà a disposizione. Non è una questione ideologica, né una di parte.

Per questo, amici cari, mi appello a voi. Ai 22 mila che mi hanno votato al primo turno, a chi non mi ha votato al primo turno, a chi si è astenuto, agli elettori di centrodestra che già hanno fatto capire che non vogliono il ritorno di Zaccheo. Il destino della nostra città è nelle vostre mani, tutto sommato la scelta non è mai stata così semplice e chiara.
Io vi ringrazio per l’affetto e il sostegno che non mi avete mai fatto mancare. Sono orgoglioso di aver guidato questa comunità nel momento più difficile della sua storia dalla seconda guerra mondiale. È stata una esperienza umana incredibile e a pensarci mi commuovo.
Perché ci ho messo cuore, competenza e passione, come ho sempre fatto in campo quando indossavo la maglia nerazzurra e come ho sempre fatto nel reparto di unità coronarica, dove non mi sono mai risparmiato per salvare una vita umana. Quando ci incrociamo per strada possiamo guardarci negli occhi e non abbassare la testa per la vergogna. Siamo persone perbene, siamo Latinensi che amiamo la nostra città.
Manca solo un piccolo sforzo, un altro piccolo passo. Andiamo a votare tutti per Latina. Io ci credo davvero, andiamo a vincere. Daje!”
Gli fa eco Valeria Campagna, la 24enne di Lbc si è già assicurata un seggio in quello che sarà il prossimo Consiglio comunale della città di Latina, con 1035 preferenze personali: “Bisogna confermare il Sindaco Coletta perché servono onestà, valori e competenze per amministrare la seconda città del Lazio e gestire tutti i soldi che arriveranno dall’Europa. Oggi il nostro Comune ha conti in ordine, progetti approvati e procedure chiare e trasparenti. Sono le fondamenta solide su cui costruire i prossimi 5 anni”.

CORRELATI

spot_img
spot_img