lunedì 17 Gennaio 2022

Emergenza sanitaria, a Latina la situazione torna alla normalità

Giovedì si è tenuto un vertice in Regione per discutere dell’emergenza sanitaria che ha paralizzato le Asl del Lazio. Infatti non solo il Santa Maria Goretti ha avuto problemi di sovraffollamento e di mancanza dei posti letto, ma anche gli ospedali di Viterbo, Rieti e Frosinone hanno riscontrato delle problematiche nella gestione delle emergenze.

L’incontro, al quale hanno preso parte i vertici delle aziende sanitarie e dei pronti soccorso di Latina, Rieti, Frosinone e Viterbo, è stato presieduto dalla direttrice della programmazione sanitaria Flori Degrassi e dal responsabile area Programmazione rete ospedaliera Domenico Di Lallo insieme al capo della cabina di regia sanitaria Alessio D’Amato.

A Latina la situazione è tornata per lo più sotto controllo, dopo i gravi problemi registrati al rientro dalle feste di Natale, e si sta lavorando per elaborare delle misure per evitare file troppo lunghe per le prenotazioni e per decongestionare il sistema. Secondo Di Lallo, infatti, il problema sta nei percorsi organizzativi “È necessario separare i pazienti veramente critici, quelli in codice rosso o giallo, dai meno critici, codici verdi o bianchi. Per i secondi bisogna pianificare una serie di visite specialistiche o diagnostiche che sono differibili per accompagnare la persona in un percorso guidato”.

CORRELATI

spot_img
spot_img