Laziomar

L’emergenza sangue in provincia di Latina e nel Lazio corre veloce.

Dopo i ripetuti appelli dell’Avis di Latina e dell’assessore regionale alla sanità, Alessio D’Amato, qualcosa ha cominciato a muoversi.

Il timore del contagio aveva ridotto sensibilmente le donazioni privando pazienti ed ospedali delle riserve indispensabili panche per garantire gli interventi chirurgici.

La donazione di sangue ed emo componenti è stata inclusa dal Ministero della Salute tra le “situazioni di necessità” per le quali è consentito uscire di casa.

Lo stabilisce una circolare emessa martedì 10 marzo, dalla direzione generale della prevenzione sanitaria, a seguito delle misure adottate dal decreto del presidente del consiglio del 9 marzo, in merito alla gestione dell’emergenza da Coronavirus.

Per diffondere tra la popolazione la necessità di donare il sangue e per aiutare il servizio sanitario a fare fronte alle impellenti necessità di questi giorni, i vertici della Compagnia di navigazione Laziomar S.p.A., cui è affidato dalla Regione il trasporto marittimo per le isole, doneranno un viaggio di andata/ritorno da Formia per l’isola di Ponza e Ventotene a tutti i residenti della Regione Lazio che esibiranno alla biglietteria il “certificato di avvenuta donazione” rilasciato dall’Avis, nel periodo compreso tra il 15 marzo e il 30 aprile.

“Sarà possibile – interviene l’assessore regionale ai trasporti, Mauro Alessandri – usufruire del viaggio dal 1 giugno al 30 settembre 2020. Un esempio di generosità, un modo per rispondere a una emergenza, una occasione di promozione del senso di comunità e solidarietà, di cui siamo grati alla compagnia.”