lunedì 30 Gennaio 2023

Elezioni Terracina, Di Tommaso presenta il progetto per la città. Con lui Moscardelli, Costa e Visini

Alessandro Di Tommaso presenta ufficialmente la sua candidatura con il PD all’Hotel Palace, ad appoggiarlo arrivano l’europarlamentare Silvia Costa, il senatore Claudio Moscardelli e l’assessore regionale Rita Visini, assenti invece il sottosegretario Sesa Amici e il consigliere regionale, nonché candidato a Latina, Enrico Forte. Comunque alla presenza del coordinatore comunale, Ivano Giuliani, e di quello provinciale, Salvatore La Penna, Di Tommaso ha illustrato il suo progetto “per ridare luce alla città”. “Ora l’occasione del cambiamento c’è – ha detto il giovane candidato del PD -, esiste ed è concreta e la città saprà cogliere questa unica opportunità. Amo Terracina, ho scelto di rimanere a Terracina, di vivere la mia vita a Terracina. La mia candidatura nasce dalla volontà di migliorare la città e la qualità della vita dei terracinesi. Obiettivi comuni, basati sulla trasparenza e sulla legalità che troveranno, ne sono sicuro, condivisione e approvazione. Staremo a vedere: sarà una sfida difficile, ma possibile; io sono fortemente convinto che abbiamo tutte le carte in regola per arrivare al traguardo da vincitori”.

Punti di partenza del progetto sono la persona e il lavoro: “La città non va da nessuna parte se non si investe sul sociale e sulla cultura – spiega . Il lavoro è la prima priorità, dobbiamo lavorare per rendere Terracina più attrattiva per imprese e investitori. Da questo punto di vista, il nostro territorio è il punto di partenza imprescindibile per il rilancio della nostra economia. Serve prima di tutto investire in quelle eccellenze per le quali la nostra terra è da sempre vocata. Se sapremo investire sui nostri prodotti e tutelarli, allora saremo in grado di sviluppare un nuovo modello di fare economia, integrando questa componente con gli altri pilastri strategici per la ripresa, a cominciare dal turismo e dalla cultura, risorse mai veramente sfruttate a pieno dalle amministrazioni che si sono succedute negli ultimi 15 anni. In questo senso, la priorità sarà mettere a sistema questi settori in un progetto organico e di lungo termine, capace di rendere Terracina un polo di riferimento per gli investitori, ma, ancora più importante, per i terracinesi stessi. Ci tengo a sottolinearlo di nuovo, il nostro obiettivo è quello di creare le condizioni per far restare le persone a Terracina e convincere a tornare quelle che se ne sono andate in questi anni”.

CORRELATI

spot_img
spot_img