lunedì 3 Ottobre 2022

Elezioni, quando i politici scoprono (o riscoprono) i social network

di Giusy Cavallo – Abbiamo già detto che i politici della giunta e del consiglio comunale di Latina in generale usano poco e male i social network. Lo stesso possiamo dire dei politici pontini impegnati per questa tornata elettorale sia europea che comunale.

Prendiamo l’esempio di Pasquale Maietta, il deputato di Fratelli d’Italia appena comunicata la sua candidatura alle europee ha scoperto, ma sarebbe meglio dire riscoperto, Twitter. Infatti il parlamentare aveva già un account @pasqualemaiett1, aperto guarda caso a ridosso delle elezioni politiche dello scorso anno e in disuso proprio da febbraio scorso. Adesso che è di nuovo in campagna elettorale, Maietta risbarca su Twitter, ma apre un nuovo account dedicato solo all’Europa (@Maiettaeuro2014) che dal nome supponiamo abbia vita breve.

Enrico Tiero, il coordinatore provinciale di NCD – anche se non dovremmo chiamarlo così –, invece, è arrivato su Twitter proprio per la campagna elettorale: il suo profilo @etiero è nato appena il 19 aprile giusto in tempo per le elezioni.

Diverso il discorso per Armando Cusani, lui su Twitter ha ben due account di cui uno dedicato al suo ruolo di numero uno della Provincia di Latina @prescusani, rimasto tale anche dopo la sospensione dello scorso ottobre e tuttora attivo. Il candidato alle europee di Forza Italia ha anche un altro profilo, più personale possiamo dire (@armandocusani), che però è solo collegato al suo blog e non è gestito direttamente dall’ex presidente.

Ci sarebbe qualcosa da dire anche sui candidati per le amministrative, per esempio il sindaco uscente di Cisterna e aspirante al secondo mandato, Antonello Merolla, ha aperto un account ad hoc (@sindacomerolla) proprio il giorno prima delle presentazioni delle liste e ha riattivato magicamente un account già esistente fermo al 2013 (@merollamerolla).

Ovviamente anche gli altri candidati per non essere da meno sono presenti su Twitter, Eleonora Della Penna (@noradellapenna) si è precipitata ad aprire un account appena presentate le liste, mentre Maria Innamorato ci aveva pensato qualche giorno prima il 9 aprile. Non pervenuti Paolo Panfili e Riccardo Carletti, mentre Mauro Carturan è attivissimo su Facebook ma su Twitter ha un profilo con soli tre tweet tutti di marzo 2013.

In realtà se qualche valore si vuol dare ai social network come strumento di interazione e partecipazione, ricordarsene quando si è a cerca di voti è di sicuro l’atteggiamento più sbagliato.

CORRELATI

spot_img
spot_img