mercoledì 22 Maggio 2024
spot_img

Elezioni Provinciali: PD, Civiche Pontine e NCD convergono su Terra. I dubbi tutti a destra

di Massimo Guida – Manca poco più di un mese alle Elezioni Provinciali e tutti gli schieramenti politici sono al lavoro per costruire un sistema di alleanze che permetta di conquistare Via Costa. È chiaro che l’ago della bilancia rischiano di essere le Civiche Pontine, la federazione di liste civiche del territorio promossa da Antonio Terra, Domenico Guigi, Umberto Macci, Mauro Basso e Giada Gervasi. Ed è proprio Terra, sindaco di Aprilia, il probabile nome da candidare alla guida della Provincia. Su di lui ci sarebbe prima di tutto il consenso del PD avallato in prima persona da Claudio Moscardelli. Il Senatore non ha mai nascosto la sua opinione: è necessario aprirsi al dialogo con NCD e liste civiche. Dunque Terra al PD potrebbe andare bene. E potrebbe andare bene anche al Nuovo Centrodestra di Enrico Tiero. Che però inserisce la questione delle alleanze per la Provincia in un pacchetto che prevede anche cambiamenti nell’amministrazione del Comune di Latina. Ma qui vanno interpretati Forza Italia e Fratelli d’Italia. Claudio Moscardelli ha già chiuso all’ipotesi di larghe intese. E intanto ieri a Latina si è visto Claudio Fazzone. Che è entrato negli uffici di Di Giorgi, con Alessandro Calvi. Al momento Forza Italia può contare solo sull’alleanza di FdI. Non sul NCD proiettato verso il PD e le Civiche Pontine né sull’UDC. A proposito, Michele Forte, che dell’UDC detiene le chiavi, avrebbe avanzato la candidatura di Eleonora Della Penna. Il sindaco di Cisterna piace anche a Tiero, che non vedrebbe male una donna a capo di Via Costa. Ma qui si fermano i consensi raccolti dall’avvocato di Cisterna. Tornando alla situazione del Centrodestra, tre sono i nomi che circolano: Cosmo Mitrano, sindaco di Gaeta e considerato un fedelissimo di Claudio Fazzone; avrebbe invece l’appoggio di Armando Cusani il sindaco di Minturno Paolo Graziano. Entrambi però hanno a disposizione solo altri due anni di mandato. Problema che non ha il sindaco di Monte San Biagio, Federico Carnevale, considerato invece vicino anche al coordinatore provinciale Alessandro Calvi.

Niente può darsi per scontato. Né le alleanze, perché l’asse tra PD, Civiche Pontine e NCD non dovrebbe essere ratificato prima della prossima settimana. E perché il PD deve fare i conti con quella minoranza che proprio non vuol saperne di scendere a patti con Enrico Tiero, dal passato troppo “azzurro”. Non meno spaccato appare il centrodestra. Basta guardare quello che accade nel Comune di Latina, dove Di Giorgi è alle prese con le minacce di Tiero, le polemiche alzate da Di Matteo, senza contare le tensioni con Maietta per la questione dello stadio. Ancora qualche giorno e poi forse, il quadro sarà più chiaro.

CORRELATI

spot_img
spot_img
spot_img
spot_img