lunedì 26 Settembre 2022

Elezioni Provinciali, Giorgio De Marchis insiste: l’alleanza con NCD è senza prospettive

di Redazione – Prosegue il dibattito intorno alle elezioni provinciali. Stavolta ad intervenire è Giorgio De Marchis che mette ancora una volta in evidenza quanto il PD sia combattuto sulla questione delle alleanze. “Mantengo tutte le mie perplessità già espresse sull’ipotesi di alleanza con il Nuovo Centrodestra – ha affermato De Marchis – Non mi pare che si possa intravedere un percorso autenticamente riformista in questa strategia”. I dubbi dell’ex capogruppo del PD riguardano il fatto che si possano costruire alleanze basate più sulla forza dei numeri che non su progetti e contenuti. “Gli accordi sottoscritti sulla base di somme algebriche con il solo intento di prendere la Provincia non credo possano passare senza che vi sia un confronto, una discussione alla luce del sole dentro il partito”, ha dichiarato ancora De Marchis, che vuole un’assemblea pubblica per discutere dell’argomento. Poi rincara la dose: “Cercare un’alleanza con Enrico Tiero è una scelta senza prospettive, che non offre alcun tipo di vantaggio al PD”.

Dunque il PD appare sempre più diviso tra chi apre al NCD, come ha fatto recentemente Mauro Visari, e chi si oppone totalmente come De Marchis, appunto. Nella discussione si sono già inseriti senza esclusione di colpi bassi sia il consigliere regionale Enrico Forte, favorevole al dialogo, sia il senatore Claudio Moscardelli che non vuole discussioni sterili. Per quel che riguarda la posizione di De Marchis, non è da escludere che punti a diventare leader della minoranza interna al PD e a ritagliarsi un ruolo centrale non tanto in vista delle elezioni provinciali, quanto piuttosto alle future elezioni comunali in vista del 2016.

CORRELATI

spot_img
spot_img