mercoledì 28 Settembre 2022

Elezioni Latina, Forza Italia verso la scelta del candidato guardando a Roma e al PD

di Eleonora Spagnolo – Nel centrodestra tutto continua a tacere. L’unica notizia ufficiale è che non tornerà Alleanza Nazionale. La Fondazione ha bocciato la trasformazione in partito, dunque Fratelli d’Italia potrà mantenere il simbolo di AN. Questo cambia poco gli equilibri a Latina, dove Forza Italia è sempre più determinata a ricucire le alleanze nel centrodestra ma senza voler retrocedere sulla volontà di correre con un suo candidato. Del resto il partito di Claudio Fazzone ha sempre appoggiato prima candidati di Alleanza Nazionale e poi Di Giorgi che ha lasciato il PdL per aderire a FdI.

La decisione sul nome del candidato sarebbe vicina, anche se probabilmente si manterrà il più stretto riserbo finché non si capirà qual è la volontà dei vertici nazionali del partito. Molto dipenderà anche dal sistema di alleanze che si costruirà con tutti i partiti del centrodestra, FdI e Lega compresi. Ma dal gruppo azzurro trapela che se per qualche strano accordo non passasse l’idea di un candidato di Forza Italia per guidare Latina, in molti tra gli esponenti della passata amministrazione si farebbero da parte. Non ha senso, questo il ragionamento che fanno, andare a sostenere (di nuovo) il candidato di un altro partito dopo aver mandato a casa Giovanni Di Giorgi. Forza Italia insomma vuole a tutti i costi la sua occasione per dimostrare di poter fare meglio delle passate amministrazioni.

In realtà il riserbo di Forza Italia e di tutto il centrodestra sul candidato a sindaco potrebbe anche dipendere dalla volontà di capire cosa succede nel PD. Conoscere il nome che uscirà vittorioso nelle primarie tra Paolo Galante e Enrico Forte permetterebbe di scegliere un avversario con maggiori potenzialità rispetto allo sfidante.

CORRELATI

spot_img
spot_img