sabato 1 Ottobre 2022

Elezioni Cisterna, Luca Stoppa (Pd): “Andate a votare, democrazia ha scricchiolato”

Il 6 gennaio si vota a Cisterna nelle 4 sezioni in cui il Tar ha accertato irregolarità. Siamo in piena campagna elettorale e Luca Stoppa del Partito democratico invita al voto.

“Il 6 gennaio, mentre molti a Cisterna staranno festeggiando l’Epifania – ha detto Stoppa – altri saranno chiamati al voto. Sì, è strano andare a votare durante le feste, ma questa può essere una grande opportunità per tutta Cisterna.

Il mio pensiero si rivolge a voi, elettori delle sezioni 12-14-18-28, perché avete in mano un potere che neanche immaginate, avete il potere di far trionfare la democrazia, perché, dopo la sentenza del Tar, abbiamo capito, che nelle elezioni dello scorso 10 giugno la democrazia ha scricchiolato“.

Stoppa parla di quello che ha convinto i giudici amministratiti ad annullare le scorse elezioni: “Più di 500 schede elettorali scomparse in queste quattro sezioni, ed è questo il dato che ci deve far riflettere, e ci deve far porgere delle domande: che fine hanno fatto quelle 500 schede? Hanno realmente influito sul risultato finale?

Cari elettori, il prossimo 6 Gennaio, non guardate all’elezioni come ad un sacrificio, ma come un’opportunità, per far trionfare la nostra democrazia, per permettere finalmente a questa città di rinascere, di risorgere. Perché essere commissariati due volte in meno di un anno non è affatto normale, è una cosa che ci deve far salire la rabbia, ma positiva”.

“Io vi parlo – ha concluso l’esponente del Pd – prima da giovane cittadino di Cisterna, poi da candidato e attivista, che vive la città ogni giorno, e si rende conto che qualcosa non funziona e ha continuato a non funzionare negli ultimi mesi. Quindi io mi rivolgo a voi, a voi 3100 elettori, vi invito ad andare a votare, perché questo è l’unico modo con cui possiamo riportare alla normalità questo paese”.

Silvia Colasanti
Giornalista pubblicista dal 2009 ha cominciato a scrivere nel 2005. Laureata in Scienze politiche, con un Master in Diritto europeo, ha lavorato per tre anni (tra le altre esperienze) nella redazione de Il Tempo Latina, poi come redattrice al Giornale di Latina. Si occupa essenzialmente di cronaca, in particolare di cronaca giudiziaria

CORRELATI

spot_img
spot_img