mercoledì 6 Luglio 2022

Elezioni amministrative in provincia di Latina: eletti 6 sindaci su 7. Sabaudia al ballottaggio

Erano i cittadini di sette comuni della provincia di Latina quelli chiamati alle urne, oltre che per la tornata referendaria (rivelatasi poi un vero flop) anche per il rinnovo del consiglio comunale e l’elezione del sindaco.

Il sei casi su sette, il primo turno ha già espresso il proprio risultato definitivo, anche perché solo a Sabaudia e Gaeta si sarebbe andati al ballottaggio nel caso in cui nessuno dei candidati avesse raggiunto il 50% più uno dei voti. E proprio a Gaeta e Sabaudia l’ufficialità del risultato è arrivata in piena notte, al termine di uno scrutinio decisamente complicato.

E iniziamo la nostra analisi del voto proprio dai comuni più grandi. A Gaeta Cristian Leccese ha stracciato la concorrenza già al primo turno. Il delfino del sindaco uscente, Comso Mitrano (incandidabile dopo due mandati), ha raccolto il 64,85% dei voti e, soprattutto, stando ai dati forniti dal ministero dell’Interno, ha una maggioranza ‘bulgara’, formata da 13 consiglieri comunali contro i 3 dell’opposizione…

A Sabaudia si va al ballottaggio tra Alberto Mosca, espressione di Forza Italia e di varie liste civiche, e l’ex sindaco Maurizio Lucci, sostenuto da civiche, che hanno raccolto rispettivamente il 30,58% ed il 24,31%. Fanno flop, invece, Giancarlo Massimi del Pd, ultimo con appena 1.192 preferenze, ed Enzo Di Capua, espressione di Lega e FdI, rimasto lontanissimo dal ballottaggio (per lui appena il 16,05% delle preferenze, appena meglio dell’ultimo contendente, Paolo mellano).

Per il resto, a Cori è un trionfo per il sindaco uscente Mauro De Lillis, che torna a fare il sindaco al suo secondo mandato forte del 78,97% dei consensi (11 consiglieri a 5 il conto dei seggi). A Ponza vince Francesco Ambrosino, già consigliere comunale e assessore, che si attesta al 55,23%. Restando alle isole, a Ventotene il più votato è stato Carmine Caputo, che con il 55,02%. La curiosità, in questo caso, sta nel fatto che due dei candidati a sindaco, Luca Vittori del Partito Gay LGBT+ e Mario Adinolfi del partito della famiglia hanno raccolto appena una preferenza (a favore del primo)…

A San Felice Circeo la sfida tutta al femminile per la poltrona di primo cittadino de l’aggiudica Monia Di Cosimo, che ottiene il 61,84% dei consensi, pari a mille voti in più dell’avversaria, mentre al comune di Santi Cosma e Damiano si conferma l’uscente Franco Taddeo, con il 56,81% delle preferenze.

CORRELATI

spot_img
spot_img