lunedì 5 Dicembre 2022

Elezioni amministrative 2021: a Cisterna, Formia e Sezze è una corsa all’ultimo voto

Sono gli ultimi comuni, Latina a parte, che ancora non hanno espresso il proprio verdetto. E guarda caso sono anche i più grandi. In tutti i tre i casi, i dati delle ore 24 e 30 parlano di una proiezione verso il ballottaggio.

A Cisterna, con 27 sezioni scrutinate su 33, Mantini, del centrosinistra, e Merolla, supportato dal centro destra, Lega a parte, sono divisi da una manciata di voti (5294 contro 5192). Nessuno dei due riuscirà, quindi, a conquistare la vittoria al primo turno. Lontano, anche se non troppo, Pier Luigi Di Cori, con 3042 preferenze.

A Formia le sezioni scrutinate sono 18 su 30. Anche in questo caso la situazione è analoga, con due candidati avanti rispetto agli altri, ma non a sufficienza per conquistare subito la vittoria. Gianluca Taddeo è in testa, infatti, con 3397 voti, davanti ad Amato La Mura, che di voti sinora ne ha conquistati 2610. Magliozzi sembra tagliato fuori, distante 7 punti percentuali dal secondo posto. Debacle dell’ex sindaco Paola Villa.

A Sezze, infine, dove le sezioni scrutinate sono 12 su 22, altro testa a testa tra Lidano Lucidi, sostenuto da tre liste civiche, e l’ex sindaco Sergio Di Raimo. I due candidati sono separati da 200 voti circa (2101 contro 1910). In terza posizione, ma decisamente staccato, Serafino Di Palma. Ininfluente, sinora, il risultato di Sezze Bene Comune con Rita Palombi sindaco.

In tutti questi tre casi sarà molto difficile che, domattina, ci si possa svegliare con un vincitore. Se ne riparla i prossimi 17 e 18 ottobre.

Lidano Orlandi
Lidano Orlandi, laureato in Scienze della Comunicazione presso l'Università LUMSSA di Roma. Giornalista professionista del 2008 con esperienze in giornali locali come La Provincia Quotidiano e Latina Oggi. Esperto di comunicazioni da e per le amministrazioni pubbliche.

CORRELATI

spot_img
spot_img