giovedì 8 Dicembre 2022

Elezioni a Sabaudia, Di Capua: “Ecco cosa farò nei primi 100 giorni”

E’ il candidato a Sindaco della coalizione di centrodestra, che raccoglie Lega, Fratelli d’Italia e Sabaudia Futura, a riassumere il suo programma per la città di Sabaudia raccontando quelli che saranno i suoi primi cento giorni da primo cittadino se dovesse vincere le prossime elezioni amministrative del 12 giugno.
Enzo Di Capua pone l’accento sui punti focali del suo programma: economia del mare, valorizzazione agricoltura, cittadella dello sport, brand, inclusione e recupero siti degradati
“Tutti abbiamo un libro dei sogni – spiega il candidato – necessario resta, per realizzarli, chiamarli col loro vero nome: obiettivi. Ho la fortuna di guidare una squadra composita e determinata, un mix di uomini e donne esperte e di giovani entusiasti, che mi convincono giorno dopo giorno che la scelta maturata qualche settimana fa è stata sì dettata dal cuore ma anche confortata dalla ragione e, soprattutto, dal loro sostegno.

Per questo possiedo la consapevolezza che nei primi 100 giorni riusciremo a realizzare in modo concreto e fattivo una parte del programma elettorale, avviando quei punti che sono fondamentali per la rinascita della nostra amata Sabaudia.

Infatti, se sarò eletto sindaco mi impegnerò con tutta la mia squadra ad affrontare diverse tematiche divise in punti cruciali.

Per puntare sullo sviluppo economico di Sabaudia è necessario potenziare i pilastri dell’economia di con assessorati specifici: dall’Assessorato dell’Economia del Mare a quello dell’Agricoltura fino a quello del Turismo. Questa Amministrazione ha la ferma intenzione di riappropriarsi del ruolo che gli compete per favorire lo sviluppo delle imprese economiche in una logica di condivisione dei problemi e individuazione delle soluzioni. Tutto ciò prescinde dal buon funzionamento della macchina amministrativa: la digitalizzione dei procedimenti e degli atti amministrative richiede una intensa politica di valorizzazione delle risorse umane; numericamente, un dirigente in meno e più risorse per la formazione dei dipendenti, maggiore premialità dei più meritevoli ed efficienti.

Importanza assoluta, poi, al decoro urbano: nei primi 100 giorni attueremo una task force per ridare dignità alla nostra amata Sabaudia: dal piano straordinario di recupero del verde pubblico urbano ed extraurbano al recupero di strutture e aree degradate (come ex Atlantis, ex Carbonelli, Spes), nonché la riqualificazione delle ex scuole rurali di Borgo Vodice, Molella, Bella Farnia e Sacramento.

Garantire la sicurezza e il controllo del territorio è un impegno irrinunciabile: varie sono le iniziative al riguardo, che comprendono il rafforzamento dell’organico della Polizia Locale, il completamento del sistema di videosorveglianza su tutto il territorio comunale, messo a sistema con le altre forze dell’ordine operanti sul territorio. Sicurezza significa anche Plastic Free e Amianto Free, perché Sabaudia dovrà diventare un Comune virtuoso.

Accorciare le distanze tra centro e periferia credo sia obbligatorio per una buona amministrazione: infatti, c’è la ferma volontà di istituire la Consulta dei Borghi, seguendo il virtuoso esempio di Latina, un organismo che abbia la capacità funzionale di recepire le istanze delle periferie in modo che possano essere affrontate e risolte con la celerità che meritano. Al pari, verrà istituita la Consulta per la famiglia e la Consulta delle parrocchie, perché uno slogan di questa coalizione è che non lasceremo nessuno indietro in nome dell’inclusività e delle politiche per la famiglia, abbracciando anche progetti virtuosi testati da altri Comuni, per l’attuazione di politiche di inclusione delle disabilità, degli anziani e dei disagi sociali, attraverso il recupero e la riqualificazione di centri sociali.

Quando si parla di salute si dovrebbe concertare il tema dello sport come binomio indissolubile, perché l’attività fisica resta la prevenzione piuttosto che la cura. Con lo slogan ‘Più sport per tutti’ punteremo sulla realizzazione di nuove strutture per avviamento ad altre discipline sportive e realizzazione di aree attrezzate per fitness, giochi, percorsi running e avventura, accessibili a tutti i cittadini di ogni età; ma ci prodigheremo anche di quelle strutture da recuperar, infatti abbiamo pronto un progetto di riqualificazione e riattivazione del Centro Le Querce; istituiremo la Settimana dello Sport dal nome “Sabaudia e lo Sport”, un evento di richiamo nazionale con campioni, tecnici, mostre, emozioni e scambio di esperienze. In questa ottica rientra nel concetto di riqualificazione la Cittadella dello sport.

Un altro punto su cui ci batteremo nei primi 100 giorni del programma sarà quello di promuovere il brand Sabaudia: il turismo resta una voce importante per l’economia e l’immagine di Sabaudia. Sabaudia è un brand: così il nome di Sabaudia va rilanciato a livello nazionale e internazionale per favorire la destagionalizzazione del turismo, grazie a grandi eventi culturali, tra intrattenimento, spettacolo e sport. Va attivata la partecipazione a fiere di settore, coinvolgendo i nostri operatori economici, l’associazionismo e i Comuni limitrofi, per promuovere le eccellenze del nostro patrimonio ambientale, architettonico, artistico, storico ed enogastronomico”.

CORRELATI

spot_img
spot_img