Home Latina Elezioni 2021, Latina: La candidata sindaco Annalisa Muzio presenta le liste che...

Elezioni 2021, Latina: La candidata sindaco Annalisa Muzio presenta le liste che la sostengono

0

Latina è in pieno fermento oggi. Sono tante, infatti, le conferenze fissate durante tutto il giorno. Ad avviare la giornata di incontri è stata la candidata sindaco Annalisa Muzio che,  all’hotel Europa, ha presentato i simboli che la sostengono: Fare Latina e Partito Liberale Europeo.

“Oggi abbiamo la prova che noi non abbiamo bisogno di special guest per riempire le sale”, ha esordito Muzio, riferendosi alla conferenza del concorrente Vincenzo Zaccheo con Vittorio Sgarbi che si sarebbe tenuta poco dopo.

“Faccio a tutti i miei complimenti e grazie – ha continuato – perché questa è l’ennesima dimostrazione di vero orgoglio latinense. Non abbiamo bisogno di sponsor, siamo qui, siamo noi il popolo del fare!”

Prima della candidata, hanno però preso la parola il coordinatore delle liste Fabio Bianchi, che ha illustrato l’entusiasmo e l’energia positiva da cui è pervaso il gruppo che sostiene la candidatura della Muzio a sindaco, sottolineando anche la sua composizione “un autentico mix tra novizi e esperienza politica di un gruppo assolutamente trasversale”.

Poi Antonella Castiello, coordinatrice comunale PLE, ha precisato “gli aspetti di un cammino comune e condiviso tra Fare Latina e PLE, sulla lungimiranza del progetto che ci ha convinto a sostenere Annalisa Muzio, una donna energica e determinata, che ama la sua terra quanto noi”.

In fine, Franca Cassandra, coordinatrice provinciale PLE, ha espresso come “un partito nazionale appoggi a Latina un candidato di un movimento civico e tecnico, con cui condividiamo la grande voglia di fare e agire per cambiare una città grande come Latina”.

“Il popolo del fare ha trovato la sua naturale collocazione nel nostro movimento – ha continuaoto la candidata Annalisa Muzio -. Tant’è che il PLE si presenta alla competizione elettorale solo in 5 città d’Italia e insieme a Fare Latina costituisce il Polo del Fare come unica vera alternativa ai due schieramenti riconosciuti (centrodestra e centrosinistra)” e poi ha concluso lanciando un appello: “a tutte le energie migliori della città che possano raccogliersi e lavorare con noi, senza alcun tipo di personalismo, per essere tutti protagonisti di uno spazio politico rinnovato all’altezza delle sfide che riguarderanno questa città anche nei prossimi anni“.

Exit mobile version