martedì 4 Ottobre 2022

Elezioni 2021: A Sezze nasce Art. 1 MDP

Si è costituito a Sezze un nuovo gruppo per la corsa alle prossime amministrative: Art.1 Movimento Democratico Progressista di Sezze nasce con il desiderio di ridare alla politica il ruolo guida di rinnovamento con uno sguardo al futuro.

Il coordinamento locale ha avviato la sua corsa verso le prossime elezioni comunali con la convinzione che in ogni quartiere, in ogni frazione ci sia spazio per tornare a dare risposte ai cittadini: dai servizi pubblici essenziali, rete idrica e fognaria, al ciclo dei rifiuti urbani; dalla gestione del verde pubblico agli spazi culturali e sportivi.

Inoltre, sono da considerare prioritari gli interventi di edilizia sociale residenziale in considerazioni del disagio economico-finanziario che ha colpito il Paese a causa della pandemia, pensando ad interventi basati sulla sostenibilità e sullo sviluppo sociale del territorio.
“Negli ultimi decenni si è assistita ad una degenerazione della politica cittadina e della vita amministrativa – riporta una nota del neonato movimento politico -, non alimentando un confronto aperto con i suoi cittadini. Una vita
amministrativa che si è consolidata nel mero conservatorismo della gestione personalistica e nepotistica del potere. Che ha portato alle dimissioni del sindaco Di Raimo e allo scioglimento del consiglio comunale e alla nomina del commissario prefettizio”.
“Siamo consapevoli – continua il comunicato – delle difficoltà delle organizzazioni politiche e dei partiti, che hanno bisogno di riformarsi e di trovare una organizzazione adeguata ai tempi, vogliamo dare il nostro contributo con le esperienze e e le idee ad un percorso politico che ricrei un dialogo tra le forze che hanno portato alla nascita del Governo Conte e i movimenti civici, che vedono in quella esperienza di governo la base per cui ripartire e ridare una speranza, una visione al Paese”.
Il nuovo partito, sollecitato dal Movimento Giovanile di Sinistra di Sezze, si prefigge di mettere da parte le ambizioni dei singoli e dei movimenti politici e civici per contribuire alla costruzione di un confronto aperto che definisca il giusto percorso per arrivare alle elezioni amministrative con un progetto di città che sappia unire le migliori personalità cittadine. Così da rimettere al centro il bene comune, valorizzandolo e costruendo una città che sia inclusiva, solidale e che lotti contro le disuguaglianze e le discriminazioni.
“Pertanto auspichiamo che si rimetta al centro la politica e non gli interessi personali, a partire da quel ricambio non solo generazionale ma di metodo che ha portato alla degenerazione amministrativa e politica del paese, scegliendo un candidato a Sindaco attraverso delle primarie con iscritti di vari movimenti e organizzazioni politiche, che possa essere uno strumento per ridefinire un
rapporto positivo tra eletto ed elettori” conclude la nota.

Katiuscia Laneri
Giornalista pubblicista dal 1997. Conduttrice, scrittrice, videoreporter pluripremiata e pioniera dei new media. E' stata, tra le altre esperienze, fornitore di servizi per RAI TgR e corrispondente freelance per diverse testate e agenzie nazionali, anche da teatri di guerra quali Afghanistan, Libano e Kosovo. Esperta di economia turistica con la passione per le produzioni televisive.

CORRELATI

spot_img
spot_img