martedì 29 Novembre 2022

Il 12 giugno si vota per le amministrative in sette comuni della provincia di Latina

Si avvicina a grandi passi l’election day di domenica 12 giugno quando i cittadini di Cori, Gaeta, Ponza, Sabaudia, San Felice Circeo, Santi Cosma e Damiano e Ventotene saranno chiamati a rinnovare il consiglio comunale ed a scegliere il nuovo sindaco.

Naturalmente, noi tutti siamo chiamati alle urne per votare sui cinque quesiti referendari che riguardano la riforma della giustizia, ma questa è un’altra storia.

Tornando alle amministrative, i soli comuni pontini con popolazione superiore a 15mila abitanti, per cui si andrà al ballottaggio nel caso in cui nessuno dei candidati a sindaco raggiunga il 50% delle preferenze al primo turno, sono Gaeta e Sabaudia. Per tutti gli altri, già lunedì mattina si saprà chi è il nuovo sindaco.

A Gaeta la sfida del centrodestra che, dopo dieci anni di amministrazione Mitrano, cerca continuità proponendo il nome di Cristian Leccese. Più frammentato il fronte del centro sinistra, che presenta la professoressa Sabina Mitrano (Pd-Azione) e l’ex sindaco Silvio D’Amante, appoggiato dal M5S e da una civica. Candidati alla poltrona di primo cittadino anche Antonio Salone di Alternativa e Benedetto Crocco sostenuto da Difendi Gaeta-Partito Comunista.

A Sabaudia si vota dopo l’inchiesta che ha travolto l’amministrazione Gervasi ed i mesi di commissariamento. Sono cinque i candidati in lizza e tre di loro si rifanno ai valori del centrodestra: Alberto Mosca, generale dei carabinieri in pensione, ha incassato il sostegno di FI, Udc e Azione. Enzo Di Capua, ufficiale della GdF anche lui in quiescenza, appoggiato da Fratelli d’Italia e Lega; l’ex sindaco Maurizio Lucci, infine, è sostenuto da tre liste civiche. Il centrosinistra ha trovato la quadra intorno al nome del setino di nascita Giancarlo Massimi (detto Giangavetto), funzionario della regione e già sindaco diCivitella Alfedena, sostenuto dal Pd e una lista civica. Chiude il quadro l’ufficiale dell’Esercito Paolo Mellano, sostenuto da liste civiche.

Per il resto si fronteggiano due donne a San Felice Circeo dove Monia Di Cosimo, compagna del sindaco uscente Giuseppe Schiboni, affronta Rita Petrucci, ex presidente del Consiglio comunale. Un ex sindaco in corsa anche a Ponza, dove Pompeo Porzio sfida il consigliere comunale-ex assessore Francesco Ambrosino. A Ventotene per la sfida tra il Popolo della Famiglia, rappresentato dal fondatore Mario Adinolfi e l’attivista per i diritti Lgbt+ Luca Vittori (candidato con la lista del partito Gay); gli altri due candidati sindaco sono Gerardo Santomauro, la cui amministrazione è caduta anzitempo a febbraio, e l’ex segretario comunale Carmine Caputo. A Cori, infine, la sfida sarà tra il sindaco uscente Mauro De Lillis e Evaristo Silvi mentre a Santi Cosma e Damiano ancora un sindaco in scadenza di mandato, Franco Taddeo, che dovrà vedersela con Antonello Testa.

CORRELATI

spot_img
spot_img