giovedì 2 Dicembre 2021

Elena Santarelli dopo la malattia del figlio: “Mi sono vergognata di tornare a lavorare”

“Mi sono vergognata di tornare a lavorare, di uscire con mio marito, persino di andare dal parrucchiere”. Così è iniziato il monologo della showgirl, di Latina, Elena Santarelli, nella puntata di ieri sera delle Iene, con il quale ha voluto raccontare la malattia del figlio Giacomo. Le sue parole sono state riprese anche dal Corriere della Sera: sono intense, vere e possono aiutare chi è chiamato ad affrontare una prova tanto difficile.

“Mi sentivo male – ha continuato – per essermi presa un pezzo di vita per me. Gli sguardi, le parole della gente ti proibiscono di essere altro dalla malattia. C’è un’altra cosa che ti impedisce di tornare a vivere: il senso di colpa per la fortuna che hai avuto. Perché tante amiche che ho conosciuto in ospedale, mamme come me, oggi non hanno più i loro figli. E quella fortuna sentivo di non meritarla più di loro. Così ho cercato di nascondere la mia felicità, ma loro mi hanno detto: ‘Non ti vergognare’. Ed è solo grazie a loro che ho potuto tornare a vivere tutte le mie emozioni, e mi sono liberata”.

“Mi sono sentita una madre sbagliata, ma non voglio farlo più. E non fatelo neanche voi”, ha concluso rivolgendosi a tante mamme che hanno passato il suo calvario, ma non solo.

CORRELATI

spot_img
spot_img