venerdì 27 Maggio 2022

Edilizia scolastica, in arrivo 30 milioni per 12 scuole della provincia di Latina

In arrivo 30 milioni di euro per 12 scuole della provincia di Latina. Si tratta di istituti scolatici presenti a Gaeta, Fondi, Formia, Terracina, Castelforte e Santi Cosma e Damiano.

A stanziare i soldi la Regione Lazio he ha approvato la graduatoria per l’individuazione del fabbisogno regionale per interventi di edilizia scolastica per il triennio 2018/2020. Si tratta di risorse destinate agli interventi straordinari di ristrutturazione degli istituti scolastici, messa in sicurezza, adeguamento sismico, efficientamento energetico, costruzione di nuove scuole e palestre e interventi di miglioramento delle palestre scolastiche già esistenti.

Ecco le scuole che ne beneficeranno: 

Gaeta: 

  • Scuola Carducci (1.880.000 euro)
  • Scuola Virgilio (4.930.000 euro)
  • Scuola Sebastiano Conca (2.161.849,95 euro)

Fondi:

  • Scuola Alfredo Aspri (3.714.388,31 euro)
  • Scuola Maria Pia di Savoia (2.664.388,84 euro)

Formia: 

  • Scuola elementare De Amicis (2.500.000 milioni)
  • Edificio scolastico Pollione (7.550.000 euro)

Terracina:

  • Scuola statale elementare E.Fiorini (1.350.000 euro),

Castelforte: 

  • Scuola San Cataldo (960.000 euro)
  •  Scuola San Martino (1.046.000 euro)

Santi Cosma e Damiano: 

  • Scuola materna Pilone (990.000 euro)
  • Scuola elementare Pilone (460.000 euro).

Si sono collocate tutte nei primi 30 posti della graduatoria.

Soddisfatto il consigliere regionale di Forza Italia e presidente della commissione Sanità Pino Simeone: “Si tratta di un’importante iniezione di risorse per tanti Comuni della nostra regione e fra essi quelli della provincia di Latina alle prese con evidenti problemi legati alla sicurezza dei plessi. I dati più recenti elaborati dal dossier Ecosistema scuola 2018 parlano chiaro. Nell’area pontina l’88,2% degli edifici scolastici mappati non ha un certificato di agibilità, il 55,8% non ha certificato di collaudo statico, l’86,1% non ha un certificato di prevenzione incendi, solo il 5,7% ha un certificato di nulla osta provvisorio di prevenzione incendi e solo il 6,4% ha un certificato di collaudo degli impianti di spegnimento. Inoltre solo l’80,8% possiede il documento di valutazione del rischio e il piano d’emergenza è presente nella stessa percentuale degli istituti. Un edificio su tre non adotta accorgimenti per la riduzione dei consumi energetici e sul fronte rinnovabili appena il 23,5% dispongono di pannelli solari, il 64,7% utilizza metano per il riscaldamento mentre il 13% gasolio. Sul versante barriere architettoniche e accessibilità, il 19% degli edifici non presenta accorgimenti per il superamento delle barriere architettoniche, il 74% è dotato di rampe per l’accesso, il 23,7,% di ascensori per disabili, il 5,5% di piattaforma elevatrice, il 56% di servizi igienici per disabili. Alla luce di questi numeri appare ancor più evidente che si debba accelerare sul fronte degli interventi. In particolare quelli urgenti e risolutivi per l’efficientamento energetico, la sicurezza e l’ammodernamento dell’enorme patrimonio delle scuole”.

“Bisogna assicurare la stabilità degli edifici pubblici. Lo si deve fare per garantire l’incolumità di studenti, personale docente, amministrativo, tecnico e ausiliario. Tutti devono sentirsi al sicuro e sereni di poter svolgere ognuno nel miglior modo possibile il proprio compito, nell’interesse della collettività”.

I 30 milioni destinati alle scuole della provincia di Latina fanno parte di un pacchetto di 124 milioni a disposizione della Regione Lazio, a loro volta messi a disposizione del Ministero dell’Istruzione.

Eleonora Spagnolo
Eleonora Spagnolo è parte della redazione di LatinaQuotidiano dal 2014. Qui ha alimentato la sua passione per il giornalismo, l'informazione e il web. Nei suoi studi figurano una laurea in Editoria Multimediale e Nuove Professioni dell'Informazione e un master in Web & Social Media Marketing.

CORRELATI

spot_img
spot_img