giovedì 23 Settembre 2021
spot_img

Ecco l’olio degli antichi romani, 27 Igp nel Pontino

Con il via libera della prima denominazione “Olio di Roma” si rafforza il primato mondiale del Made in Italy di extravergine di qualità.

Un nuovo tassello per la valorizzazione dell’extravergine, spiega la Coldiretti, grazie anche ad un progetto in collaborazione con Unaprol e Parco archeologico per la produzione di olio identificata con l’etichetta “Palatinum” ispirata ad un antico disegno di un pavimento a mosaico della
Casa dei Grifi sul Palatino.
La nuova denominazione Igp riguarderà 316 comuni del Lazio, 27 dei quali in provincia di Latina, per una produzione totale di circa 75 mila tonnellate di olive e 10.550 tonnellate di olio ogni anno, per un valore economico complessivo di quasi 52 milioni di euro.

Un patrimonio che rinforza le fila delle 250 milioni di piante che garantiscono agli italiani una produzione di 255 milioni di chili nell’anno dell’emergenza Covid. Un quantitativo rilevante ma del tutto insufficiente che va sostenuto con un piano di potenziamento produttivo nell’ambito del nel Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza varato dal Governo.

Katiuscia Laneri
Giornalista pubblicista dal 1997. Conduttrice, scrittrice, videoreporter pluripremiata e pioniera dei new media. E' stata, tra le altre esperienze, fornitore di servizi per RAI TgR e corrispondente freelance per diverse testate e agenzie nazionali, anche da teatri di guerra quali Afghanistan, Libano e Kosovo. Esperta di economia turistica con la passione per le produzioni televisive.

CORRELATI

spot_img
spot_img