Antonietta-Gargiulo-figlie-2

Antonietta Gargiulo lascia l’ospedale San Camillo di Roma dove è rimasta ricoverata da quel maledetto 28 febbraio scorso, quando il marito Luigi Capasso prima le aveva sparato e poi aveva ucciso le sue due figlie. Il carabiniere in servizio a Velletri si era infine suicidato.

La donna può lasciare il nosocomio romano ma non sta ancora bene. Sembra che possa di nuovo parlare, con molta fatica, e riuscirebbe anche a muoversi lentamente. Probabilmente quindi sarà trasferita in un’altra struttura, forse in Campania, dove vive la sua famiglia, nella quale intraprenderà un percorso per riabilitarsi nel fisico ma anche psicologicamente. Le ferite più profonde le porterà nell’animo. Accanto a lei la famiglia e il gruppo di preghiera che frequentava.