Conferenza Terenzio Bucarest
La Conferenza di Domenico Terenzio all'Università Agraria di Bucarest

Il ricercatore di Fondi Domenico Terenzio ha partecipato lo scorso 15 marzo a una conferenza all’Università Agraria di Bucarest. Esperto, studioso e ricercatore nel settore delle biotecnologie ecosostenibili applicate all’agricoltura e alla nutraceutica, Terenzio ha tenuto una importante conferenza alla presenza del ministro dell’agricoltura rumeno Daniel Constantin, del Rettore Sorin Cimpeanu, già ministro della pubblica istruzione dal 2014 al 2015, nonché premier della Romania ad interim dal 5 al 17 novembre 2015 e del vice rettore Florin Stanica e di tutti i membri del collegio accademico.

La conferenza è stata la base per permettere la collaborazione di Terenzio con l’Università di Bucarest per la formazione di tecnici qualificati ed esperti sulle nuove tecnologie sviluppate dal ricercatore fondano che promettono di migliorare la filiera dell’agroalimentare. Terenzio ha accolto con molto piacere l’ospitalità della Romania e l’interesse mostrato nei suoi confronti. Cosa che evidentemente è mancata in Italia. “Devo ammettere con rammarico che in Italia – spiega Domenico Terenzio – le istituzioni sono inarrivabili. Più volte ho invitato il ministro dell’agricoltura Martina a un tavolo tecnico per discutere delle nuove tecnologie ecosostenibili, visti i riscontri che si stanno avendo in ambito internazionale, ma senza mai una risposta. E pensare che il suo collega del Ghana, dati i risultati estremamente positivi che si stanno avendo sul cacao e su altre colture, voleva organizzare un incontro ufficiale in Italia con il nostro ministro: nessun segnale di disponibilità”.

Terenzio ha alle spalle una carriera di 25 anni fatta di studi sulle colture più diverse nel mondo e sulle differenti condizioni in cui queste si trovano. Dalle sue ricerche sono nati brevetti internazionali industrializzati e utilizzati in tutto il mondo, sia nel settore dei mezzi tecnici per l’agricoltura che in quello dei nutraceutici e degli alimenti funzionali. Le tecnologie sviluppate da Terenzio si caratterizzano per la loro ecosostenibilità. Il loro impatto permette anche di potenziare le difese delle piante rendendole più resistenti alle infezioni. Tecniche che se attuate provocherebbero una rivoluzione nel settore dell’agricoltura.