domenica 5 Febbraio 2023

Domani, a “Un giorno in pretura”, la tragica storia di Gloria Pompili, morta perché non voleva prostituirsi

Una storia tragica che torna alla ribalta delle cronache quella di Gloria Pompili.

La ragazza di Frosinone, immersa in un contesto di profondo degrado, sarebbe stata costretta per anni a prostituirsi a casa, lungo l’asse attrezzato di Frosinone e sulla Nettunense, tra Anzio e Nettuno, e sarebbe stata picchiata ogni volta che provava a ribellarsi fino al giorno della sua morte.

Nella puntata di “Un giorno in pretura”, in onda domani alle 23.55 su Rai3, sarà ripercorso l’iter del processo..

E’ il 23 agosto 2017 Gloria muore sulla strada dei monti Lepini, mentre si trova in auto con i suoi due figli di cinque e tre anni, con la zia Loide Del Prete e con il compagno di quest’ultima, Salem Saad.

Entrambi dovranno essere giudicati dal tribunale di Latina per maltrattamenti aggravati dall’evento morte. Le indagini hanno accertato che Gloria viveva con gli odierni imputati, dai quali veniva costantemente sfruttata e maltrattata.

Salem e Loide, però, si accusano a vicenda, rendendo difficile stabilire chi sia il vero aguzzino di questa tragica storia.

Lidano Orlandi
Lidano Orlandi, laureato in Scienze della Comunicazione presso l'Università LUMSSA di Roma. Giornalista professionista del 2008 con esperienze in giornali locali come La Provincia Quotidiano e Latina Oggi. Esperto di comunicazioni da e per le amministrazioni pubbliche.

CORRELATI

spot_img
spot_img