distretto socio-sanitario
Cosmo Mitrano

“Dove sono i 5 milioni di euro?” E’ l’interrogativo che il primo cittadino di Gaeta, Cosmo Mitrano si è posto all’indomani delle problematiche relative al trasferimento delle risorse economiche per il buon funzionamento del distretto socio-sanitario.

Una somma che ammonterebbe a circa 6 milioni di euro, da erogare al Comune di Gaeta, in qualità di ente capofila dal 21 settembre 2018. Al momento sarebbero stati assegnati solo 1 milione di euro.

“Non sto qui a disquisire se dovevano essere trasferiti ad ottobre o a novembre – ha sottolineato Cosmo Mitrano – ne tanto meno voglio fare polemica, ma si tratta di essere corretti nei confronti dei più bisognosi. Se il sindaco Villa ha affermato che i soldi non appartengono né a Gaeta né a Formia vuol dire che vanno destinati immediatamente. In tal modo il distretto potrà preparare una programmazione a medio-lungo termine per affrontare l’emergenza sociale”.

Nel ribadire come l’attuale assessore ai servizi sociali di Formia fosse lo stesso dell’ultima amministrazione Bartolomeo, il primo cittadino di Gaeta ha difeso la sua giunta: “la Maltempo ha solo espresso un grido d’aiuto per cercare di essere collaborativi, visto il mancato trasferimento da parte di Formia”.

Responsabilità, dunque, che per Cosmo Mitrano sono da individuare in “quel Comune che per oltre 15 anni è stato correttamente alla guida del distretto socio-sanitario. Nel passaggio del testimone, Formia dovrà mettere Gaeta nella condizione di attuare un’economia politica del welfare a livello comprensoriale“.

E non si è fatta attendere, tramite social, la replica dell’assessore al bilancio di Formia sulla presunta indisponibilità economica. Fulvio Spertini, alcune ore prima della conferenza stampa indetta ieri dalla Villa, avrebbe telefonato Mitrano per trovare un accordo sul completamento del trasferimento. Ulteriori 2 milioni di euro sarebbero stati donati presto a Gaeta.

“Una piena soddisfazione per entrambi – ha scritto su Facebook Spertini – ed in particolare per il sottoscritto che evita così al suo Comune uno stato di sofferenza finanziaria, inutile ai progetti socio sanitari che sono il primo dei risultati da raggiungere”.

Tale dichiarazione avrebbe offerto a Cosmo Mitrano una parziale verità dei fatti, ovvero che “molto probabilmente i fondi potrebbero essere stati investiti per altre attività”.

Scelta da controllare e documentare secondo il sindaco di Gaeta, che ancora una volta non  ha gradito l’operato dall’amministrazione Villa. A partire dal rendere pubblica, ad esempio, una telefonata privata.