Consiglio-Comunale-Latina-080317

Il Consiglio Comunale di Latina ha finalmente trovato la quadra sull’istituzione della figura del disability manager, stavolta con votazione all’unanimità. Si tratta di una figura proposta da Eleonora Matilde Celentano (Lista Calandrini) e da Nicola Calandrini e Andrea Marchiella (FdI).

Per la verità il tema era stato già affrontato nel corso della seduta del 26 gennaio, l’ultima seduta convocata. In quella occasione la Celentano aveva ritirato la sua proposta perché un emendamento proposto da LBC di fatto la snaturava. L’esponente della lista Calandrini chiedeva l’introduzione di una figura presa all’interno del Comune che potesse essere adeguatamente formata per accogliere le istanze dei diversamente abili e favorirne l’inclusione sociale. Dalla maggioranza si chiedeva invece che si potesse andare a cercare questa figura verso l’esterno. E questo ha posto il problema dell’introduzione di un costo.

Dopo aver ritirato il punto, il tema è tornato in Commissione dove è stata trovata una intesa, oggi ratificata dal Consiglio Comunale. In definitiva, il disabilty manager sarà trovato con un primo avviso interno gratuito. In assenza di risposte si effettuerà una chiamata esterna, ancora a titolo gratuito. Se anche questo avviso andrà a vuoto si opererà con una chiamata esterna a questo punto con impegno di spesa.