sabato 24 Febbraio 2024
spot_img

Dimesso dall’ospedale il 13enne investito domenica a Monte San Biagio

Rimarrà una brutta disavventura ed un ricordo ancora peggiore nella mente di Riccardo, il 13enne investito da un’auto lo scorso 30 Aprile e lasciato agonizzante a terra mentre l’automobilista scappava. La persona alla guida dell’auto, è stata poi identificata e segnalata mentre per la famiglia del ragazzo sono stati giorni di angoscia e paura, prima che tutti si risolvesse per il meglio. “Vorrei dire tante cose – ha scritto sui social Silvio, il papà di Riccardo – ma la foto parla da sola, ringrazio il Signore per avermi dato la possibilità di stringere ancora mio figlio. Chi mi conosce sa che non ho paura di nulla, ma questa volta mi è sembrato di impazzire dalla paura di non rivederlo mai più. Per quanto riguarda il pirata della strada non sto a dire cosa gli farei e cosa non gli farei perché mi abbasserei ai suoi livelli non rispondendo delle mie azioni, quindi ci penserà la giustizia dove ripongo tantissima fiducia. Visto che dietro una divisa c’è sempre un genitore, e dietro un Giudice anche lì c’è un genitore, fate valere la giustizia e date un’impronta forte a queste belve della strada, affinché altre persone che accidentalmente urtano oppure causano incidenti si prendano le proprie responsabilità. Mio figlio è stato lasciato sull’asfalto immobile sotto la pioggia, fortuna ha voluto che sopraggiungeva un mio Amico prestando i primi soccorsi togliendolo dalla sede stradale. Un ringraziamento generale a tutti Voi che avete avuto un pensiero speciale per mio figlio, il mondo può ancora salvarsi Fare del bene è la cosa più bella che possiamo fare… insegnando questo ai nostri figli vivremo tutti un mondo migliore”.

Il tredicenne, subito dopo l’incidente, è stato portato all’ospedale Santa Maria Goretti. Stabilizzato, è stato quindi trasferito al Bambino Gesù di Roma dove i medici hanno proceduto a curare la mano rimasta infortunata. Ieri poi, visto il decorso ospedaliero più che positivo, il ritorno a casa assieme al papà.

CORRELATI

spot_img
spot_img
spot_img
spot_img