sabato 24 Febbraio 2024
spot_img

Digitalizzazione, Avenali: I piccoli Comuni del Lazio sempre più protagonisti

di Katiuscia Laneri – All’indomani dell’accordo tra la Regione e i piccoli Comuni del Lazio sulla digitalizzazione, Cristiana Avenali, Responsabile Piccoli Comuni e Contratti di Fiume della Regione Lazio commenta l’importante novità:

“Sono molto contenta perché quella approvata oggi è una proposta che nasce dal basso, che mira ad adattarsi a quelle che sono le esigenze specifiche dei Piccoli Comuni, che all’interno di un insieme di interventi decideranno di quali servirsi, così come lo scambio continuo ci indicherà quali potranno essere ulteriori servizi da sviluppare, perché quanto previsto in delibera di giunta sono le prestazioni che tecnicamente in questo momento la Regione Lazio può fornire ma si sta già lavorando per estenderle”, scrive Avenali.

E così avanza il lavoro incessante per i Piccoli Comuni della Regione Lazio con l’approvazione della delibera di Giunta, proposta dal Presidente Zingaretti di concerto con le Assessore Lombardi e Corrado, per offrire loro un pacchetto di servizi per la digitalizzazione.

“Il percorso lo abbiamo avviato un anno fa con l’ufficio per i Piccoli Comuni, proprio in una delle riunioni con i Sindaci dei Piccoli Comuni, nel pieno della pandemia, quando ci chiedevamo cosa fare per migliorare il livello dei servizi da offrire ai cittadini dei loro territori che devono essere gli stessi offerti ai cittadini del resto della Regione, per evitarne lo spopolamento e allo stesso tempo elevarne i livelli di affidabilità e sicurezza” continua la responsabile dell’ufficio fortemente voluto dal governatore Zingaretti, con importanza e peso politico significativo, afferente direttamente alla Presidenza della Regione Lazio. Cristiana Avenali è stata per più di 15 anni amministratrice e direttrice di Legambiente Lazio, poi consigliera regionale dal 2013 al 2018 e attiva nell’associazione del Cigno Verde.

“Abbiamo costituito un gruppo di lavoro composto da sindaci e tecnici dei Comuni con meno di 5 mila abitanti e anche attraverso la somministrazione di un questionario sono state individuate le azioni sulle quali lavorare – spiega -. Alcuni dei servizi disponibili riguardano la migrazione dei sistemi informativi degli Enti sul cloud regionale, la fornitura di una Piattaforma di e-procurement, che supporta la Regione e tutte le Pubbliche Amministrazioni nella realizzazione delle gare, semplificazione e velocità e minori costi per l’accesso a Spid, PagoPa, fino ad un percorso formativo per migliorare le competenze digitali di base dei dipendenti pubblici e della popolazione. Questa delibera – conclude – prosegue nel solco di quanto impostato un anno fa con i fondi stanziati dalla Regione Lazio per il sostegno allo Smart Working nei piccoli comuni dei quali hanno usufruito 237 piccoli Comuni per uno stanziamento complessivo di circa 1,8 milioni di euro”.

CORRELATI

spot_img
spot_img
spot_img
spot_img