Home Cultura ‘Diamo un calcio alla violenza’, da Gaeta l’iniziativa in difesa delle donne

‘Diamo un calcio alla violenza’, da Gaeta l’iniziativa in difesa delle donne

0

Il progetto “Diamo un calcio alla violenza, in campo con le donne per le donne” nato dalla collaborazione tra la società ASD Laundromat Gaeta Futsal, l’Associazione antiviolenza Diritto&Donna, ed il fotografo pontino Enrico Duratorre, sta facendo parlare di se non solo tra gli addetti ai lavori, grazie ai numerosi articoli della stampa locale e ad un servizio realizzato dalle telecamere di RaiSport e della TGR del Lazio.

“Quando sono stato contattato dall’Avv. Valeria Aprile, Presidente dell’Associazione Diritto&Donna, che mi ha parlato del progetto ‘Un calcio alla violenza’ chiedendomi di dargli visibilità, ho immediatamente accettato – esordisce Enrico Duratorre – Volevo realizzare qualcosa che desse loro visibilità, senza cadere nel banale, così è nata l’idea di fare degli scatti in studio con le ragazze della squadra di calcio a 5, per veicolare il messaggio anti violenza, senza utilizzare le solite immagini o i simboli rappresentativi della lotta alla violenza sulle donne – spiega il fotografo pontino – Ho voluto dare un’immagine diversa della lotta alla violenza sulle donne, dove lo sport e, non a caso uno sport che nell’immaginario collettivo è uno sport maschile, diventa palcoscenico ed allo stesso tempo scenario importante all’interno del quale, un gruppo eterogeneo di donne di diversa età, diventano protagoniste nel portare in giro per la regione, dentro e fuori i campi di calcio, il messaggio di lotta ad ogni forma di violenza, con il progetto ‘Diamo un calcio alla violenza, in campo con le donne per le donne’, con l’intento di sensibilizzare tutti nel creare una nuova cultura dove le donne non vengono solo rappresentate come vittime, ma come protagoniste del loro destino.

Alcuni degli scatti realizzati all’interno dello studio fotografico di Enrico Duratorre, sono stati raccolti in un calendario che ha riscosso un grande successo “Dopo il video realizzato in occasione della Giornata Internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne, il calendario è solo la seconda tappa di questo appassionante ed emozionante viaggio. – conclude il fotografo – spero che questo piccolo grande progetto possa mantenere acceso un faro su una piaga della nostra società, che non può essere relegata ad una semplice ricorrenza, la mia speranza è che progetti del genere possano diventare scintille che diano vita ad una nuova cultura.”

Exit mobile version