venerdì 7 Ottobre 2022

Di Giorgi spiega perché ritira le dimissioni, ma anche i suoi fan di Facebook lo bocciano

di Redazione – Ieri avevamo voluto tastare il polso della cittadinanza relativamente al ritiro delle dimissioni di Giovanni Di Giorgi. Per farlo abbiamo dato uno sguardo ai vari post pubblicati su Facebook che commentavano la notizia del giorno. Già ieri era chiaro come la maggior parte degli utenti dei social network non fosse affatto contenta della scelta del Sindaco. Ieri sera lo stesso Di Giorgi ha scritto un post sulla sua pagina Facebook in cui spiega la sua decisione di portare la Crisi in Consiglio Comunale: lì presenterà il programma di fine mandato e chiederà la fiducia. “Tutto alla luce del sole, davanti alla città. Per fare questo ho ritirato le dimissioni e azzerato la giunta”, scrive il sindaco, spiegando per l’ennesima volta che si tratta di un atto di responsabilità per il bene della città, “Per terminale le tante opere già avviate”. Segue un link che rimanda al sito del Sindaco con la lettera indirizzata alla città.

Ma neanche i suoi stessi seguaci su Facebook hanno mostrato di comprendere la decisione. Basta dare uno sguardo a come il post è stato commentato. “Era più lodevole quello che avevi fatto 20 giorni fa”, è la prima frase che si legge. “Era più lodevole se te ne tornavi a casa. Detto da cittadina a CITTADINO”, è il commento successivo. E poi basta scorrere: “L’atto di responsabilità sarebbe stato quello di confermare le dimissioni e mandare tutti a casa. Ma ci vuole gente con le palle per fare questo!!!”. E ancora: “Mi dispiace caro Sindaco… hai TOPPATO”. Un altro ancora cita le parole che Di Giorgi aveva scritto il 23 ottobre per poi scrivere: “Ma si vergogni. Ma quando ci libereremo di persone inette (e voglio essere gentile) come lei!!?!??”. Solo gli ultimissimi commenti sono positivi, e richiamano il senso di responsabilità nel portare la crisi in Consiglio Comunale.

Tornando indietro al 23 ottobre, nel post in cui Di Giorgi spiegava i motivi che lo avevano portato alle dimissioni, i commenti erano contrastanti. Se alcuni lo incoraggiavano a tornare o mostravano di capire e apprezzare la scelta di lasciare la guida di Latina, altri invece criticavano il suo operato. Invece in quello pubblicato ieri sera c’è spazio solo per le contestazioni. È un nuovo segnale del distacco che sta vivendo la città nei confronti di un Sindaco e di un’amministrazione che evidentemente sono percepiti come inefficienti e incapaci e di cui Di Giorgi rischia di essere il capro espiatorio.

DI GIORGI TORNA DA VINCITORE? PER ORA CI SONO SOLO DUE GRANDI SCONFITTI: LA POLITICA E GLI ELETTORI

DI GIORGI RITORNA MA RIACCENDE LO SCONTRO CON LA MAGGIORANZA: “DI LORO NON MI FIDO”

DI GIORGI RITIRA LE DIMISSIONI, ADESSO LA PARTITA SI SPOSTA IN CONSIGLIO PER CONTARE I VOTI

CORRELATI

spot_img
spot_img