sabato 2 Marzo 2024
spot_img

Di Giorgi butta 61mila euro nel… Gabinetto

di Alessandro Cozzolino – La notizia, nei corridoi del palazzo comunale, si respirava già un paio di giorni prima dell’annuncio ufficiale. Poi la conferma: il Sindaco di Latina – attraverso un atto pubblico – confermava la nomina di Gianfranco Melaragni come capo di Gabinetto. Dopo un tira e molla sui costi di questa operazione – e le provocazioni del Partito Democratico – ecco la chiarezza delle cifre: 61mila euro l’anno sarà la retribuzione di questa nuova figura che affiancherà il Sindaco e il suo staff.

Non erano sufficienti probabilmente al primo cittadino Giacomo Mignano, confermato nel ruolo di City manager, e Giampaolo Maragno che ricopre, invece, l’incarico di Capo della Segreteria. Oltre ovviamente a tutto il personale di segreteria guidato da questi tre signori. Soldi ben spesi? Ce lo auguriamo tutti, ma ad oggi la macchina amministrativa sembra immobile ad arrovellarsi il cervello solo sulla spartizione delle poltrone.

Da mesi ormai non si parla d’altro che del rimpasto di giunta con una lotta fratricida tra le varie componenti delle forze di maggioranza. Ma perché in un momento di crisi come questo spendere 61mila euro anno per un nuovo incarico? I maligni dicono che il fatto che Melaragni sia l’ex capo scorta di Berlusconi abbia influito non poco sulla scelta finale. Del resto in città alla indipendenza di Fratelli D’Italia dal PdL sembra non averci creduto mai nessuno, Di Giorgi in testa…

MELARAGNI, DI GIORGI REPLICA ALLE POLEMICHE: GUADAGNERÀ 61MILA EURO

INTERVISTA A DE MARCHIS: DI GIORGI INVESTE SUI CAPI SCORTA

DALLA DIA A LATINA, È UN EX POLIZIOTTO IL NUOVO CAPO DI GABINETTO DEL SINDACO

CORRELATI

spot_img
spot_img
spot_img
spot_img