domenica 23 Giugno 2024
spot_img

“Desirée aveva perso il cellulare e lo cercava”: la ricostruzione delle ultime ore

Una nuova testimonianza potrebbe essere utile a ricostruire le ultime ore di Desirée, la 16enne di Cisterna trovata morta nel quartiere di San Lorenzo a Roma. Secondo una fonte che vuole restare anonima la ragazza avrebbe raggiunto lo stabile abbandonato in via dei Lucani per cercare il cellulare che le avevano rubato.

A confermarlo a “Storie Italiane” di Eleonora Daniele su Rai1 è una persona che afferma di esser stata in compagnia della ragazza “tra le 3.30 e le 4.15 del mattino di mercoledì” e di averla salutata “in via dei Lucani, proprio là davanti. Con lei non c’era nessuno. Contro la mia volontà io l’ho lasciata là – ha detto – Non potevo portarmela via per forza”.

La notte successiva il corpo della giovane è stato trovato proprio in quel palazzo occupato. “Perché era a Roma non me lo ha detto – ha spiegato il testimone – Principalmente era ancora in giro perché le avevano rubato il telefono in piazza“. Della serata racconta ancora: “Siamo andati a fare un giro. Abbiamo parlato, abbiamo giocato, abbiamo scherzato. Siamo andati a prendere io una birra, lei una pizza rossa e un thé”. Poi quello che sembra un messaggio alla madre e al padre: “Aveva detto che aveva litigato con la famiglia ma che sarebbe tornata a casa”.

Un racconto che potrebbe essere utile agli inquirenti, insieme a quelli delle altre persone ascoltate. Almeno 6 stranieri e due ragazze che potrebbero aver trascorso la serata con lei. Una di loro, secondo le parole del supertestimone, un senegalese, avrebbe urlato frasi inquietanti sugli abusi subiti, l’altra sarebbe rimasta in silenzio. Tutto da verificare con l’obiettivo di arrivare ad identificare i colpevoli di una violenza inaudita che potrebbero aver portato alla morte di quella che era poco più di una ragazzina.

Silvia Colasanti
Silvia Colasanti
Giornalista pubblicista dal 2009 ha cominciato a scrivere nel 2005. Laureata in Scienze politiche, con un Master in Diritto europeo, ha lavorato per tre anni (tra le altre esperienze) nella redazione de Il Tempo Latina, poi come redattrice al Giornale di Latina. Si occupa essenzialmente di cronaca, in particolare di cronaca giudiziaria

CORRELATI

spot_img
spot_img
spot_img
spot_img