venerdì 27 Maggio 2022

Decreto liquidità, fino a 25 mila euro alle imprese senza merito creditizio

Il D.L. 8 aprile 2020 n.23, c. .d. “Decreto liquidità”, ha disposto una serie di misure atte a estendere le garanzie di credito favorendo imprese e professionisti.

Lo Stato garantirà al 100% i prestiti fino a € 25.000,00, che saranno esclusi dalla valutazione del merito creditizio, cioè la c.d.affidabilità dal punto di vista economico-finanziario.

prestiti fino a € 800.000,00 invece potranno giovare della garanzia del 100% (di cui 90% da parte dello Stato e 10% da parte dei Confidi) e saranno esenti dalla valutazione c.d. andamentale, cioè quella legata allo storico dei rapporti con il sistema bancario.

Infine, i prestiti fino a 5.000.000,00 di €, con garanzia al 90% e intervento del Consorzio fidi, saranno esclusi anch’essi dalla valutazione andamentale.

IMPORTO DEL FINANZIAMENTO

L’importo del finanziamento deve corrispondere al 25% dei ricavi.

Il 25% è relativo ai ricavi indicati dall’ultimo bilancio depositato o dall’ultima dichiarazione reddituale presentata alla data della domanda di garanzia.

Poiché ad oggi la maggioranza delle imprese e dei professionisti ha presentato bilanci e dichiarazioni nel 2019, per l’anno di imposta 2018, questo significa che verranno considerati i ricavi generati nel 2018.

Se quindi un’azienda ha conseguito ricavi per € 100.000,00, il massimo finanziabile ammonta ad € 25.000,00.

Per i ricavi generati nel 2019 le scadenze 2020 sono ancora da venire, ma in alcuni casi, si potrebbe valutare, in accordo con il proprio consulente, la presentazione anticipata del bilancio di esercizio, se i ricavi 2019 consentono di accedere ad un maggior finanziamento.

Nei casi di cessione o affitto di azienda con prosecuzione dell’attività, si considera anche l’ammontare dei ricavi (sempre risultante dall’ultima dichiarazione dei redditi o dall’ultimo bilancio depositato) del cedente o del locatore.

DESTINATARI

Il credito è concesso a piccole e medie imprese e a persone fisiche esercenti attività di impresa, arti o professioni, la cui attività di impresa (o di lavoro autonomo) è stata danneggiata dall’emergenza COVID-19. Tale circostanza va semplicemente autocertificata, con le annesse responsabilità del caso.

DURATA DEL FINANZIAMENTO E TASSO DI INTERESSE

Per una durata non inferiore a 24 mesi dall’erogazione, nel periodo di preammortamento, potranno essere rimborsati esclusivamente gli interessi.

La durata del rimborso rateale di finanziamento può arrivare fino a 72 mesi(6 anni).

Il tasso di interesse deve tenere conto soltanto dei costi di istruttoria e dei costi di gestione dell’operazione finanziaria. In linea di massima si può stimare un valore tra 1,2 e 2%.

PRATICHE VELOCI

Almeno nelle intenzioni, il finanziamento dovrebbe giungere in tempi rapidi.

Fino a € 25.000,00 il Fondo Centrale di garanzia PMI non effettua alcuna valutazione, la garanzia è infatti interamente a carico dello Stato.

Lo Studio Delle Site & Partners offre informazioni e orientamento in materia ed è inoltre in grado di chiedere il rilascio delle garanzie confidi necessarie, grazie alla collaborazione con un primario consorzio collettivo di garanzia dei fidi italiano.

Tel: 351.5099879 – E-mail: info@studiodellesite.eu

Delle Site & Partners
Lo Studio Delle Site & Partners offre ad aziende, enti e persone fisiche servizi di consulenza finalizzati all'accesso al credito e all'ottenimento di finanziamenti attraverso soluzioni studiate su misura del cliente.

CORRELATI

spot_img
spot_img