lunedì 17 Gennaio 2022

Daniele Nardi, l’intervista a Le Iene prima del Nanga Parbat: “Voglio lasciare un segno”

È quasi da brividi l’ultima intervista di Daniele Nardi, rilasciata a Le Iene prima di tentare la sua ennesima sfida al Nanga Parbat. L’intervista, registrata il 14 dicembre 2018, è stata trasmessa ieri sera dal programma di Italia 1. 

Pochi minuti in cui l’alpinista di Sezze ha raccontato l’esperienza che si apprestava a vivere. All’intervistatore che gli chiede se fosse: “Un matto che sta provando a suicidarsi”, Nardi ha risposto: “Non tanto, cerco la vita ma un po’ folle lo sono”. 

La sfida raccontata a Le Iene consiste nel tentare per la 5° volta di scalare il Nanga Parbat passando per una strada nuova mai tentata prima, quella dello sperone Mummery. Le sue parole lasciano trapelare tutta la consapevolezza di avere a che fare con quella definita “killer mountain”, dove un’alpinista su quattro trova la morte, e dove in caso di incidenti i soccorsi sono difficili se non impossibili. 

“Fa parte di una promessa che mi sono fatta da bambino, quando ho deciso che avrei fatto l’alpinista ho scelto di lasciare un segno nella storia dell’alpinismo e per farlo devo fare qualcosa che nessuno ha mai fatto prima”, ha spiegato. 

Ma le sue parole tradiscono tutto l’entusiasmo e la voglia di partire. E alla domanda: “Cosa farai quando arriverai in vetta?”, Daniele Nardi risponde: “Comincerò a piangere”. 

Forse l’intervistatore non poteva immaginare la piega che avrebbe preso la vicenda. Ma l’ultima domanda è quasi una premonizione, e chiede a Daniele Nardi come vorrebbe essere ricordato: “Mi piacerebbe essere ricordato come un ragazzo che ha provato a fare qualcosa di impossibile e incredibile e non si è arreso. Il messaggio a mio figlio: non fermarti, non arrenderti, datti da fare perché il mondo ha bisogno di persone migliore che facciano sì che la pace sia realtà e non solo idea e vale la pena farlo”.

Parole che oggi fanno venire i brividi alla schiena. Ma proprio oggi con la ripresa delle ricerche dopo giorni di maltempo si riaccendono le speranze di trovare Daniele Nardi e riportarlo a casa. 

Eleonora Spagnolo
Eleonora Spagnolo è parte della redazione di LatinaQuotidiano dal 2014. Qui ha alimentato la sua passione per il giornalismo, l'informazione e il web. Nei suoi studi figurano una laurea in Editoria Multimediale e Nuove Professioni dell'Informazione e un master in Web & Social Media Marketing.

CORRELATI

spot_img
spot_img