Mons. Luigi Vari
Mons. Luigi Vari, Arcivescovo dell'Arcidiocesi di Gaeta

di Daniela Pesoli – Dall’India la solidarietà alla Chiesa di Gaeta per le vittime del Coronavirus del comprensorio.

La diocesi di Srikakulam, ad Andhra Pradesh, ha inviato una lettera al vescovo Luigi Vari per esprimere vicinanza spirituale a quanti stanno soffrendo a causa della pandemia che ha colpito anche l’area pontina.

“Noi speriamo e preghiamo – si legge nella missiva – che presto saremo liberati da questa peste che sta distruggendo il mondo e sta sconvolgendo tutta l’umanità. Vorremmo anche comunicare le nostre sentite condoglianze per quelle famiglie che sono lontani dai loro cari fratelli e sorelle in questa tragedia”.

Non mancano parole di ringraziamento per gli operatori sanitari che tanto stanno facendo con il loro lavoro “per il bene dell’umanità”.

Anche in India il virus sta causando morti e crisi e la diocesi di Srikakulam ne informa scrivendo: Pochi capiscono cosa vuole dire “stare a casa” in questi giorni di pericolo. Ma il governo sta prendendo tante misure di precauzione per bloccare questa pandemia. L’India è giudicata zona altamente rischiosa, già arrivata al pieno la fase 2. Gli esperti dicono che la fase 3 sarà molto pericolosa”.

Monsignor Vari ha risposto alla lettera ringraziando dell’amicizia e ricambiando la vicinanza. E parlando della situazione locale dice: “E’ molto delicata, ma sembra che le misure adottate dal governo stiano funzionando e tutti si aspettano di uscire quanto prima da questa crisi”.