Si chiama Pronto Cassa ed è la prima risposta della Regione Lazio alle difficoltà economiche generate dall’emergenza Covid-19. La Giunta Zingaretti ha approvato il provvedimento con cui vengono messe in campo delle iniziative a sostegno della liquidità di imprese e liberi professionisti del Lazio. Provvedimenti che, nel loro insieme, a regime, porteranno a mobilitare circa 450 milioni di Euro.

Si tratta di interventi adottati in un quadro coordinato e complementare con le decisioni prese a livello europeo e nazionale e realizzati grazie a una rimodulazione di fondi europei e regionali e alla collaborazione con gli istituti di credito, la Banca Europea degli Investimenti, le Camere di Commercio del Lazio e il Fondo Centrale di Garanzia.

ATTENZIONE
La procedura è a sportello e le risorse saranno assegnate secondo l’ordine cronologico di presentazione della domanda.
La prima misura è rappresentata dall’istituzione di un “Fondo Rotativo per il Piccolo Credito” di 55 milioni di Euro. Sarà operativo entro la prima decade di aprile grazie alla piattaforma “Fare Lazio” per ottenere prestiti di 10mila Euro a tasso zero da restituire in cinque anni con un anno di preammortamento per far fronte alle esigenze di liquidità alle Aziende e Partite IVA.

BENEFICIARI
Destinatari dei finanziamenti erogati a valere sulla Sezione V “Emergenza COVID-19 – Finanziamenti per la liquidità delle PMI” del Fondo Rotativo Piccolo Credito sono le micro, piccole e medie imprese (MPMI), inclusi i liberi professionisti, i consorzi e le reti di impresa, la cui attività imprenditoriale è stata danneggiata dall’emergenza COVID-19.
Possono presentare domanda le MPMI:

  • costituite da almeno 36 mesi
  • che hanno sede operativa nel Lazio
  • operanti in tutti i settori, ad esclusione di quelli considerati “non etici” e fuori campo di applicazione del Regolamento UE 1407/2014 “de minimis”.

Il possesso dei seguenti requisiti è attestato da dichiarazione auto certificata ai sensi dell’articolo 47 del DPR 445/2000 rilasciata al momento della domanda di finanziamento:

  • aver subito danni a causa dell’emergenza COVID-19, per effetto della sospensione o della riduzione dell’attività
  • avere un fabbisogno di liquidità pari ad almeno Euro 10.000,00 in conseguenza dei danni subiti.

REQUISITI
La verifica del possesso dei seguenti requisiti: non aver subito nell’ultimo anno la revoca per inadempimento di finanziamenti e/o affidamenti; essere in regola con il rimborso dei finanziamenti; non essere oggetto di protesti e/o di iscrizioni e/o trascrizioni pregiudizievoli, con esclusione di quelle volontariamente concesse, è effettuata con riferimento al periodo antecedente l’emergenza COVID-19 e quindi al 31 dicembre 2019.

FINALITÀ
I finanziamenti erogati a valere sulla Sezione V “Emergenza COVID-19 – Finanziamenti per la liquidità delle MPMI” hanno le caratteristiche di seguito indicate:

  • finalità: copertura delle esigenze di liquidità connesse all’emergenza Covid-19
  • importo: 10 mila Euro
  • durata: da 1 a 5 anni
  • preammortamento: 12 mesi (solo per finanziamenti con durata di almeno 24 mesi)
  • tasso di interesse: zero
  • rimborso rata: mensile costante posticipata
  • nessuna spesa da rendicontare

MODALITÀ
Le modalità di accesso ai finanziamenti a valere sulla Sezione “Emergenza COVID-19 Finanziamenti per la liquidità delle PMI” sono disciplinate da un Avviso pubblico che sarà predisposto dal RTI gestore del Fondo Rotativo per il Piccolo Credito, di concerto con Lazio Innova S.p.A., in conformità con quanto previsto nei presenti Indirizzi e Criteri e nella Deliberazione della Giunta regionale che li approva.

Lo Studio Delle Site & Partners offre informazioni e orientamento gratuito.

Tel. 351.5099879 E-mail: info@studiodellesite.eu