di Diego Niciano
Dalla Regione arriva una fondamentale boccata di ossigeno all’asfittico sistema imprenditoriale laziale, stretto fra la morsa della crisi e, problema comune a tutte le realtà italiane, piegato dai sostanziosi crediti vantati nei confronti della pubblica amministrazione.
Vale, infatti, tre miliardi di euro l’accordo sottoscritto oggi dalla giunta guidata da Nicola Zingaretti con l’Abi, l’associazione delle banche italiane, per pagare alle imprese i crediti vantati con l’istituzione di via Cristoforo Colombo con procedure più rapide e semplici. Le aziende, ottenuto il “via libera” dalla Regione, potranno rivolgersi direttamente agli istituti di credito per richiedere il pagamento di quanto loro dovuto.
L’accordo siglato con l’Abi è stato possibile dopo che il Governo alcuni mesi fa ha deciso di trasferire alle Regioni un primo stanziamento di 5 miliardi di euro per il pagamento dei debiti con le imprese e gli enti locali: una procedura divisa in diverse tranche, con un primo stanziamento da 1,7 miliardi realizzato questa estate e un secondo del valore di 2 miliardi in corso di completamento.
L’operazione portata avanti dalla Regione permette con un unico atto di raggiungere più obiettivi: fornire risorse imprescindibili al sistema produttivo per avviare una nuova fase di sviluppo; creare nuove strade di accesso al credito; ridurre l’esposizione debitoria nei confronti delle imprese.
«È un protocollo molto importante – ha commentato il presidente Nicola Zingaretti – per affrontare il problema principale della nostra economia, ovvero l’accesso al credito e la liquidità da parte delle imprese».
L’accordo siglato oggi rientra in un progetto più ampio messo in campo dalla Regione per sostenere il sistema imprenditoriale laziale, con una particolare attenzione per creare i presupposti per facilitare l’accesso al credito da parte delle aziende. Specificamente a questo, infatti, sono rivolti alcuni dei bandi dei fondi europei per le imprese presentati nei giorni scorsi dal presidente Zingaretti, mentre a dicembre sarà lanciato un piano ad hoc per erogare ulteriori risorse e rendere più semplici e veloci le procedure di accesso ai finanziamenti.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

venti + 14 =