sede Regione Lazio

di Katiuscia Laneri – Paolo Orneli e Valentina Corrado, assessori allo Sviluppo Economico e al Turismo ed Enti locali della Regione LAZIO, hanno incontrato i sindaci dei Comuni del litorale nell’ambito delle attività della cabina di regia interistituzionale legate all’organizzazione della stagione balneare 202.

“Dopo aver incontrato i rappresentanti delle Capitanerie di Porto e delle Prefetture del litorale la scorsa settimana, oggi ci siamo confrontati con i Comuni costieri nell’ottica di costruire insieme una strategia condivisa che possa garantire la fruizione sicura e ben organizzata delle nostre spiagge” fanno sapere i due asserror che continuano: “La Regione Lazio non farà mancare neanche quest’anno il proprio supporto e il prossimo 23 aprile, come abbiamo anticipato nel corso della riunione, porteremo in Giunta una delibera per stanziare 3 milioni di euro in favore dei nostri Comuni costieri. Sono risorse che aiuteranno concretamente gli Enti locali ad affrontare i maggiori oneri per la messa in sicurezza delle spiagge a causa dell’emergenza Covid19. Siamo consapevoli dello sforzo in più che è necessario da parte di tutti ed è fondamentale lavorare uniti e in sinergia verso l’obiettivo comune di rendere il litorale organizzato al meglio e pienamente sicuro. La cabina di regia permanente resta il luogo di confronto e scambio per risolvere le criticità e agire in uno spirito leale di collaborazione tra enti”.

Intanto, il Comune di Latina ha affidato i servizi balneari indispensabili delle spiagge libere per la stazione 2021 alla cooperativa di Sezze Blue Work Service, arrivata seconda nella gara d’appalto vinta da Terrapontina di Terracina lo scorso anno.
A novembre, su ricorso della società setina, il Tar ha bocciato l’assegnazione della gara d’appalto alla ditta vincitrice di Terracina, condannando il Comune al risarcimento della società arrivata seconda, ossia la Blue Work setina, “mediante subentro della ricorrente alle condizioni dalla stessa offerte. Riguardo alla stagione conclusa, quella del 2020 gestita dalla Terrapontina di Terracina, il risarcimento deve essere corrisposto dal Comune di Latina mediante l’attribuzione di una somma costituente l’offerta economica complessiva formulata dalla ricorrente“.

Il Comune di Latina, però, si è rivolto al Consiglio di Stato che ha fissato l’udienza per il giorno 11 novembre 2021, cioè a stagione balneare finita. Ciò ha reso necessario annullare dunque, con determinazione datata 23 marzo, l’aggiudicazione dei “servizi balneari indispensabili” alla Terrapontina affidando lo stesso servizio alla coop Blue Work.