domenica 4 Dicembre 2022

Da Regione altri 2 mln per riapertura cinema e teatri

Sono on line due nuovi avvisi pubblici, gestiti dalla società regionale in house LAZIOcrea S.p.a., rivolti a esercenti cinematografici e gestori teatrali.

Si tratta di 2 milioni di euro di cui 1,2 milioni andranno ai gestori di sale cinematografiche, che potranno ottenere un contributo una tantum a fondo perduto fino a un massimo di 30 mila euro per ogni cinema. Il contributo sarà calcolato, in base ai giorni di effettiva apertura dal 26 aprile al 31 agosto 2021, in questo modo:

€ 3.500 per ogni schermo indicato nella domanda a condizione che si impegnino ad effettuare  tra le 60 e le 79 giornate di attività per i cinema multisala o monosala; almeno 50 giorni di attività per i cinema monosala o bisala situati in città con meno di 25.000 abitanti.

€ 4.500 per ogni schermo indicato nella domanda agli esercenti cinematografici che si impegnino ad effettuare un numero di giornate di attività pari o superiore a 80;

€ 1.000 a titolo di premialità esclusivamente agli esercenti cinematografici di cinema situati al di fuori della città di Roma che abbiano meno di 5 schermi attivi (resta invariata l’effettiva realizzazione del numero minimo di giornate di attività sopra indicato).

Non saranno considerate valide le giornate di attività con zero spettatori. 

Per i teatri, la Regione ha previsto uno stanziamento di 1 milione di euro destinati a coloro che gestiscano una sala teatrale nel Lazio e che potranno ottenere un contributo una tantum a fondo perduto variabile sulla base del numero di posti in agibilità. Sulla base delle platee, i gestori che si impegneranno, dal 26 aprile al 30 settembre 2021, a svolgere un certo numero di giornate lavorative e di attività di spettacolo dal vivo (teatro, musica o danza), potranno ottenere un contributo così calcolato:

da 101 a 200 posti, con almeno 30 giornate lavorative e 20 giornate di attività, il contributo erogabile è di € 10.000;

da 201 a 300 posti, con almeno 40 giornate lavorative e 18 giornate di attività, il contributo erogabile è di € 13.000;

da 301 a 500 posti, con almeno 60 giornate lavorative e 15 giornate di attività, il contributo erogabile è di € 19.000;

da 501 a 1.000, con almeno 90 giornate lavorative e 12 giornate di attività, il contributo erogabile è di € 29.000;

oltre 1.000 posti, con almeno 150 giornate lavorative e 10 giornate di attività, il contributo erogabile è di € 45.000.

Anche in questo caso, non saranno considerate valide le giornate di attività con zero spettatori. 

Per i teatri situati al di fuori della città di Roma potrà essere ridotto del 10% il numero minimo di giornate lavorative e ridotto fino a 10 il numero di giornate di attività, a prescindere dal numero dei posti in agibilità. 

Per entrambi gli avvisi, le domande devono essere inviate  entro e non oltre il 26 luglio esclusivamente per via telematica tramite il sistema disponibile dal 5 luglio: per i cinema al link https://ripartiamocinema.regione.lazio.it e per i teatri al link https://ripartiamoteatri.regione.lazio.it/.

I soggetti che gestiscano più di una sala teatrale o cinematografica dovranno presentare un’unica domanda, inserendo nella richiesta i dati di ciascun cinema o teatro. 

Con queste due nuove misure sale a circa 7 milioni il totale delle risorse straordinarie messe a disposizione dalla Regione per il sostegno e la ripartenza dei cinema e dei teatri del Lazio.

Katiuscia Laneri
Giornalista pubblicista dal 1997. Conduttrice, scrittrice, videoreporter pluripremiata e pioniera dei new media. E' stata, tra le altre esperienze, fornitore di servizi per RAI TgR e corrispondente freelance per diverse testate e agenzie nazionali, anche da teatri di guerra quali Afghanistan, Libano e Kosovo. Esperta di economia turistica con la passione per le produzioni televisive.

CORRELATI

spot_img
spot_img