Torna a fine febbraio il Carnevale di Aprilia, con le sue sfilate in maschera e i carri allegorici che da sempre caratterizzano l’evento cittadino più importante dell’inverno.

Il sindaco Antonio Terra ha fatto un piccolo sopralluogo presso le botteghe dove i carristi stanno realizzando le loro coloratissime opere.

“È sempre un piacere incontrare i nostri carristi e guardare con ammirazione il loro lavoro – ha commentato il sindaco – si tratta peraltro di un lavoro per il quale Aprilia ha acquisito fama in tutta la Regione. Il Carnevale è uno degli eventi più amati dagli apriliani ma anche da tantissime persone che amano venire dalle città limitrofe e persino dalla Capitale per ammirare i nostri carri allegorici e l’ospitalità della nostra Città”.

Quattro, come ogni anno, saranno le giornate dedicate alle sfilate dei gruppi in maschera, a partire da Giovedì Grasso (20 febbraio) per il consueto appuntamento riservato alle scuole che hanno aderito (gli Istituti comprensivi “A. Toscanini”, “A. Gramsci” e “G. Orzini”).

Il ritrovo sarà presso piazza Nenni mentre il percorso attraverserà via degli Oleandri, piazza Benedetto Croce, via Galileo Galilei e via dei Lauri per terminare in piazza Roma.

Dal sabato, entreranno in scena invece i carri allegorici, realizzati come ogni anno dall’Associazione ABCA: il 22, 23 e 25 febbraio le sfilate con i gruppi in maschera percorreranno il centro cittadino.

La sfilata di domenica pomeriggio sarà accompagnata dalla musica della banda La Pontina.

I carri allegorici protagonisti delle sfilate di quest’anno saranno sei, uno in più rispetto allo scorso anno, mentre 10 sono i gruppi in maschera che hanno aderito fino ad ora.

L’Associazione Amici di Vallelata sfilerà con un carro a tema ecologico dal titolo “L’importanza dell’ape”; i Carristi del Quartiere Primo hanno realizzato invece un carro dal titolo “L’Armata Brancaleone”; è stato suggerito dai bambini delle scuole il carro del gruppo Carristi Toscanini, che si intitola “L’Arte”; il gruppo “Mestieri e Tradizioni” sfilerà con un carro dal titolo “Le creature del bosco”, mentre gli Amici del Carnevale Bellavista percorreranno le vie del centro cittadino con un carro intitolato “Il grande spettacolo”; infine, i Carristi Carroceto hanno realizzato un carro dal titolo “Medusa” ispirato all’omonimo mito greco.