mercoledì 17 Agosto 2022

Da LBC 20 mila euro al progetto di microcredito coordinato dal segretario Gava. È polemica

Il Comune devolve 20 mila euro al segretario di LBC Pietro Gava. Si potrebbe sintetizzare e banalizzare così la votazione della delibera relativa allo sblocco dell’avanzo del 5×1000 dello scorso anno per destinarlo a misure di contrasto alle povertà volte a favorire l’inclusione sociale. Un’iniziativa lodevole di cui si è discusso oggi in Consiglio Comunale. 67 mila euro che saranno destinati a tre distinti progetti: contrasto alla povertà – fondo di garanzia per il microcredito (20 mila euro), azioni per sostenere il diritto alla casa (altri 20 mila euro), e interventi di coprogettazione finalizzati all’inclusione sociale (27 mila euro).

Ma il coordinatore del progetto di microcredito, è proprio Pietro Gava. Che c’è di irregolare o illegale? Nulla. Ci sarebbero ragioni di opportunità politica per cui è imbarazzante che la maggioranza monolitica di LBC devolva 20 mila euro a un’iniziativa (lodevole, ci mancherebbe), gestita dal suo stesso segretario. Il progetto microcredito di cui si parla è gestito anche da BCC e Caritas diocesana, la figura di Gava come coordinatore però non è piaciuta affatto alla minoranza. Ne ha parlato per primo Matteo Coluzzi, poi Alessandro Calvi ha proposto di ritirare quei 20 mila euro da destinare al progetto di Pietro Gava. Matteo Adinolfi ha fatto notare che sue candidate nella lista di Noi con Salvini hanno dovuto rinunciare al loro ruolo di catechiste una volta avviato l’impegno politico, su richiesta del parroco. Ragioni di opportunità, appunto. È stato il capogruppo Dario Bellini a difendere la delibera: “Stiamo dando dei soldi alla Caritas, non li diamo alla persona di nessuno, stiamo contribeundo a una causa sociale, diamo soldi dei contribuenti alla Caritas attraverso un fondo di garanzia è tutto gestito in pieno trasparenza”.

Più lapidaria l’assessore Patrizia Ciccarelli: “Sinceramente Non mi sono interrogata sulla compatibilita delle cariche”.

Eleonora Spagnolo
Eleonora Spagnolo è parte della redazione di LatinaQuotidiano dal 2014. Qui ha alimentato la sua passione per il giornalismo, l'informazione e il web. Nei suoi studi figurano una laurea in Editoria Multimediale e Nuove Professioni dell'Informazione e un master in Web & Social Media Marketing.

CORRELATI

spot_img
spot_img