crollo Pontina

Dissequestrata l’area della voragine sulla Pontina nella quale è scomparso l’imprenditore Valter Donà. Il 63enne era finito con l’auto nel baratro ed era stato travolto dall’acqua del canale adiacente la strada regionale.

La Procura ha aperto un’inchiesta per disastro colposo contro ignoti e ovviamente disposto i sigilli sia per consentire le ricerche che per non inquinare il luogo poi oggetto di accertamenti. A questo punto i pubblici ministeri Valerio De Luca e Giuseppe Bontempo ritengono di avere gli elementi sufficienti per continuare le indagini e hanno firmato il provvedimento di dissequestro che è stato notificato all’Anas.

Da circa un mese comunque era stato dato il via libera per lavori di ripristino della Pontina. I lavori però ancora non partono e i residenti e gli imprenditori cominciano a risentirne pesantemente.