venerdì 7 Ottobre 2022

Criminalità e canili, lite ‘social’ tra Patarini e Zuliani: “Tu una maestrina”, “Così mi offendi”

di Massimo Guida – Botta e risposta lungo 24 ore quello che ha interessato i consiglieri comunali di Latina, Maurizio Patarini e Nicoletta Zuliani. La vicenda è partita ieri sera, quando con un post sul suo profilo Facebook, Patarini ha commentato le critiche arrivate a Michele Nasso, sindaco pro tempore che aveva definito i recenti fatti di cronache “bravate”. “Leggo, ascolto e arrivo ad una considerazione: la politica è piena di gufi e sciacalli, quando dovrebbe essere esercitata da illuminati con spirito di servizio, una missione. Invece c’è chi specula sulle disgrazie, sui fatti di cronaca, cercando in una frase detta male, le motivazioni del contendere politico. – così Patarini su Facebook – Sperare nell’errore altrui, non per correggere e migliorare, ma per trovare il pretesto e accusare d’incapacità e inettitudine. Tutto questo per raccimolare una manciata di voti in più!! Sono sempre più lontano da questo modo di fare e sopratutto di pensare. #pensierodelgiorno”.

Passa poco e arriva il commento di Nicoletta Zuliani che posta la foto dell’intervista di Nasso al giornale di Latina e usa parole molto dure: “Minimizzare, sminuire fatti gravi e ridurli alla speranza che siano solo ‘bravate e vampate di calore’ è pericolosissimo: viene recepito come un segnale di ‘ok’ da parte di chi vuole avere il controllo della città. Chi non sa leggere i fatti, chi non sa pesarne il valore e dice ‘non posso avere un’opinione’… ma che ci sta a fare alla guida di una città? Sarebbe il caso che si dimettesse.” Segue una nuova replica di Patarini che scrive di non aver fatto alcun riferimento e accusa Nicoletta Zuliani di essere eccessivamente permalosa. Controreplica dell’esponente PD: “Credo che quello che sia accaduto a Latina non siano disgrazie (ben altro) e gli errori di valutazione in politica sono gravi. Ho parlato chiaro, credo”. Continua la querelle tra i due, sotto gli occhi degli utenti del social network. Patarini accusa Nicoletta Zuliani di voler fare la maestrina, di cercare visibilità e di voler fare commenti da prima della classe. E ancora Zuliani: “Pat mi denigra, mi offende e io non replico sul piano della denigrazione personale, Ma mai sminuire o offendere il portatore di idee”, scrive. Altra replica dell’esponente di Fratelli d’Italia: “Sei stata la prima a farlo!! Vedi questione legata agli incentivi adozione cani, dove insieme ad un tuo collega hai firmato un articolo stampa che mi denigra ed offende. Sei demagogia allo stato puro”. La discussione continua con un altro commento di Nicoletta Zuliani: “Perché dici che ti ho offeso? NON è VERO. Ho contestato in commissione la futilità di un tema che prendeva il tempo e costi di una commissione senza produrre nulla. Tra l’altro il tuo capogruppo ha smontato l’idea che tu stesso portavi. Perché non ti fai portavoce di temi scottanti da discutere?”. E ancora Patarini: “Mistifichi l’intervento del mio capogruppo come rivolto a smontare la mia idea, quando sono due cose completamente diverse. Sei anche distratta in commissione e forse il gettone a te attribuito e’ da considerarsi mal speso. Ti invito a riflettere bene a quello che scrivi o dici o forse sei indirizzata e suggerita male, affidandoti a chi è più demagogo di te!”. Pone termine alla discussione Nicoletta Zuliani: “Maurizio, non stai da Maria De Filippi. Passo e chiudo”.

CORRELATI

spot_img
spot_img