Dopo diversi giorni di tregua in provincia di Latina tornano ad essere segnalati, nel bollettino ufficiale della Asl, due nuovi casi positivi.

I casi sono distribuiti rispettivamente nel comune di Latina e di Anzio, quest’ultimo inerente una persona che risulta residente sul territorio pontino.

Si è registrato il decesso di un paziente, residente a Latina, presso il reparto di malattie infettive dell’ospedale Santa Maria Goretti di Latina.

I casi ad oggi salgono quindi a 561 e i decessi a 36.

Nessun paziente Covid è ricoverato presso la Terapia Intensiva del Goretti.

Le caratteristiche dei casi odierni, come in parte quelli dei giorni scorsi, pongono in evidenza quanto sia insidioso il virus.

Si tratta di soggetti che presentano una situazione di positività a bassa o a bassissima carica e che, per questa ragione, risultano positivi solo a seguito della ripetizione del tampone.

“Per queste persone, sempre asintomatiche o paucisintomatiche, il riconoscimento della positività è determinata dall’effettuazione del tampone in diversi momenti
di contatto – spiega nella nota la Asl di Latina – con strutture sanitarie dove, solo occasionalmente, in uno di questi passaggi, a seguito dell’effettuazione dell’esame sierologico e/o del tampone, emerge infine la positività. Questa evidenza deve portare al mantenimento della massima attenzione nell’adozione delle misure di contenimento del contagio“.

Undici regioni italiane intanto non hanno avuto pazienti con coronavirus in terapia intensiva nelle ultime 24 ore. Il dato emerge dal report giornaliero del Ministero della Salute, consultabile dal sito della Protezione Civile.

Nelle altre regioni, sono 41 i pazienti in terapia intensiva con coronavirus in Lombardia, 12 nel Lazio, 11 in Piemonte, 10 in Emilia-Romagna, 5 in Toscana, 3 in Sicilia e Liguria, uno in Trentino Alto Adige e Umbria, per un totale nazionale di 87 persone ricoverate.