Cosa di Natale per Telethon

È stata un successo di pubblico e atleti la 18° edizione della Corsa di Natale per Telethon,  sabato 15 dicembre al Parco Falcone Borsellino. La gara rientra nella 3° tappa del circuito “In Corsa Libera“, organizzato da Opes Latina, Fidal Latina e Fidal Lazio.

Ma la corsa di sabato ha assunto un significato speciale per il connubio con Telethon e lo scopo di raccogliere fondi per la ricerca sulla distrofia muscolare e sulle malattie genetiche.

Nonostante il maltempo annunciato abbia scoraggiato le iscrizioni, anche questa edizione conta su numeri da record, con oltre 500 atleti che si sono dati darsi battaglia.

Hanno aperto la giornata i bambini delle scuole giovanili di atletica che con il loro naturale entusiasmo hanno dato il “via alla manifestazione. Accompagnati dai genitori, hanno partecipato alla non competitiva di 2 chilometri, davvero molto partecipata quest’anno.

Alle 15,45 c’è stato lo sparo dello starter per la gara vera e propria sulla distanza di circa 7 chilometri, ed anche quest’anno è stato uno spettacolo di agonismo e colori nella lotta per le posizioni importanti. Alla fine ha vinto il ciociaro Lorenzo D’Alessandris dopo un gomito a gomito al limite del regolamento con il pupillo locale Francesco Guidi che si ha dimostrato una ulteriore crescita tecnica dopo l’exploit della mezza maratona.

Poco più dietro l’altro giovanissimo Gabriele Carraroli ha preceduto di una manciata di secondi il nutrizionista Pasquale Caramanica, il setino Claudio Marchioro ed il diciassettenne Alessandro Gargani, altra sorpresa della giornata.

Ilaria Terzigni ha bissato il successo dello scorso anno precedendo di una manciata di secondi le beniamine locali, una mai doma Catia Addonisio ed Eleonora D’Onofrio.

La gara era organizzata dalle società del capoluogo, Atletica Latina 80 ed Intesatletica, con il supporto della Fidal e dell’Opes provinciale, la supervisione del Gruppo Giudici di Gara di Latina e Race Service ed il patrocinio del Comune di Latina.

“Siamo felici della crescita dell’evento – ha detto il responsabile organizzatore della manifestazione, professore Giampiero Trivellato – così vengono ripagati i nostri sforzi per organizzare tutto al meglio. Importante anche la crescita della parte non agonistica e delle gare giovanili che fanno capire che il messaggio solidale con Telethon per la ricerca sta arrivando alla popolazione!”

Davide Fioriello, vice presidente nazionale dell’Opes ed ideatore del circuito che sta spopolando a livello regionale, si è lasciato prendere dall’entusiasmo: “Di tappa in tappa vedo crescere la partecipazione e l’interesse nei confronti di un circuito che punta a catalizzare l’attenzione di tutto il Lazio podistico nell’arco del 2019. Le nostre sono e saranno tappe scelte accuratamente per garantire un target di eccellenza e professionalità ai partecipanti. Ora, mettiamo in cascina l’ennesimo successo e riflettori puntati sulle numerose gare dell’anno nuovo che inizierà con la ‘corsa di Luketto’ ed il ‘Vertical Sprint’ di gennaio!”

Qui la classifica dei primi 200 atleti.