mercoledì 6 Luglio 2022

Corruzione al Tribunale di Latina, il Riesame prende tempo. Al vaglio gli altri ricorsi

di Redazione – Il Tribunale del Riesame si è riservato di decidere in merito ai ricorsi presentati da Massimo Gatto, Rita Sacchetti e Luca Granato, ovvero tre degli otto arrestati nello scandalo corruzione che ha travolto la sezione fallimentare del Tribunale di Latina. Nei prossimi giorni si discuteranno i ricorsi di Vittorio Genco, Roberto Menduti, Marco Viola e Antonia Lusena. Non è da escludere che anche il Giudice Antonio Lollo possa presentare ricorso.

Intanto nella giornata di ieri, mentre le difese tentavano di smontare l’impianto accusatorio, la stessa accusa presentava nuove prove, altre intercettazioni e testimonianze. Per questo la Procura ha chiesto la conferma delle misure cautelari. L’unica posizione forse più “dscutibile” è quella di Luca Granato, imprenditore considerato vicino a Marco Viola. I suoi avvocati hanno spiegato che i due si conoscevano solo da qualche mese, e il tenore di vita dell’imprenditore dimostra che era ben lontano dall’arricchirsi con il sistema corruttivo messo in piedi dal giudice Lollo. Tra oggi e domani il Riesame stabilirà il suo verdetto. Mentre domani si discutono i ricorsi degli altri indagati. È evidente che una pronuncia a favore degli indagati potrebbe minare l’impianto accusatorio messo in piedi dalle Procure di Perugia e Latina.

SCANDALO AL TRIBUNALE DI LATINA, LA PAROLA AL RIESAME. UN RUOLO DI PRIMO PIANO PER LA MOGLIE DEL GIUDICE

SCANDALO AL TRIBUNALE DI LATINA, ASCOLTATO L’ALTRO GIUDICE DELLA SEZIONE FALLIMENTARE. ATTESA PER IL RIESAME

SCANDALO CORRUZIONE AL TRIBUNALE DI LATINA, SEQUESTRATI I CONTI CORRENTI DEI COMPLICI DEL GIUDICE

CORRELATI

spot_img
spot_img