martedì 29 Novembre 2022

Corridoio Roma-Latina, Unindustria e Di Giorgi d’accordo per ridurre i tempi

di Redazione – Nel giorno del convegno sui pro e i contro dell’autostrada Roma-Latina, Unindustria torna a ribadire il suo sì al progetto considerandola un’infrastruttura strategica. “Sin dal giorno del mio insediamento come presidente di Unindustria Latina ho sostenuto fortemente la realizzazione di questa opera viaria, indispensabile per risolvere le problematiche di mobilità dell’area che va da Roma verso la nostra provincia e viceversa, ed ora che siamo più vicini all’apertura dei cantieri, certamente non possiamo tornare al punto di partenza”. Questo ha dichiarato Fabio Miraglia, presidente di Unindustria Latina. Per Miraglia non si può più perdere tempo, l’opera è infatti in progetto da venti anni. “Riteniamo, inoltre, che il nostro territorio non può più permettersi divisioni – ha continuato Miraglia – ma che al contrario, si debba remare tutti verso un cambiamento strutturale che la nostra Regione può e deve perseguire, lasciandosi alle spalle quell’idea che purtroppo in tutti questi anni abbiamo dato di immobilità e di incapacità di prendere decisioni”. Per Unindustria la Roma-Latina è necessaria per unire il nord e il sud della Regione, collegherebbe infatti Latina a Civitavecchia tramite l’hub di Fiumicino. Unindustria esprime parole di apprezzamento anche per la bretella Cisterna-Valmontone, che collegherebbe la Roma-Latina direttamente all’A1. “Ulteriori deviazioni da queste progettualità, allo stato attuale – conclude Miraglia – ritengo siano solo delle perdite di tempo che certamente il nostro territorio, le nostre imprese, i nostri cittadini non meritano e sono anche altresì convinto che non auspichino. Unindustria Latina metterà a disposizione tutte le proprie energie affinché questo non avvenga”, ha concluso Fabio Miraglia.

Sulla stessa posizione di Unindustria si schiera Giovanni Di Giorgi: “L’arteria Roma-Latina rappresenta un’opera fondamentale per lo sviluppo del nostro territorio, sono quindi assolutamente favorevole alla sua realizzazione anzi sollecito ad accelerare tutte le procedure per arrivare al più presto all’apertura dei cantieri”. Il sindaco di Latina si dice disponibile a collaborare per sbloccare l’iter burocratico che porta al compimento dell’opera. “In tal senso confermo il mio impegno e sottolineo ancora una volta l’importanza della Roma-Latina a cui è strettamente collegata la realizzazione delle bretella Cisterna-Valmontone e il collegamento con l’autostrada, sbocco fondamentale per l’economia industriale e il turismo del territorio pontino”, ha ribadito ancora una volta il sindaco di Latina.

Nell’incontro organizzato da Ance oggi Di Giorgi non ha partecipato. Al suo posto era presente l’assessore Di Rubbo. Il sindaco di Latina è impegnato nell’incontro con i colleghi di Pescara e Parma per discutere una strategia comune per evitare la chiusura dei rispettivi Tar.

CORRIDOIO ROMA-LATINA, DAI GRILLINI AI CIVATIANI TUTTI CONTRARI: MEGLIO SISTEMARE LA PONTINA

CORRIDOIO ROMA-LATINA, L’INSOLITO ASSE TRA IALONGO E ZOTTOLA: OPERA NON PIÙ RINVIABILE

ROMA-LATINA, INFURIA IL DIBATTITO. E ARRIVANO APERTURE SULLA MESSA IN SICUREZZA DELLA PONTINA

CORRIDOIO ROMA-LATINA, IL FRONTE DEL “NO” ALZA LA VOCE: PRONTI A COINVOLGERE L’UNIONE EUROPEA

CORRELATI

spot_img
spot_img