domenica 23 Giugno 2024
spot_img

Corridoio Roma-Latina, il fronte del “no” alza la voce: pronti a coinvolgere l’Unione Europea

di Redazione – Disposti a tutto, anche a presentare un esposto all’Unione Europea, per violazione delle direttive “Via” e “Habitat”. E a far aprire un procedimento contro l’Italia. I comitati “No Corridoio” e “No Bretella” tornano a far sentire la loro voce per opporti alla costruzione dell’autostrada Roma-Latina e della bretella Cisterna-Valmontone. E lo fanno con una lettera indirizzata al governatore Zingaretti che inizia così: “In campagna elettorale Lei parlò di messa in sicurezza della statale Pontina e non si espresse a favore dell’autostrada. Ma poi non ne chiese il ritiro, come oggi hanno fatto l’Ance e Acer.” Nella lettera firmata da Gualtiero Alunni, portavoce del gruppo “No Corridoio Roma-Latina”, si chiede un incontro a Zingaretti per discutere dell’opera. Il progetto originale fu avviato dalla giunta Storace. Poi fu modificato dall’amministrazione Marrazzo e da quella guidata da Renata Polverini. “Tutte amministrazioni regionali – sottolinea il comitato – unite nel voler costruire un’opera inutile e costosa”, scrivono gli oppositori al progetto.

Per i contrari, la nuova autostrada è destinata a rovinare una buona parte dell’Agro Romano e dell’Agro Pontino. E non ridurrà affatto il traffico.  Alunni elenca altre valide alternative: “Realizzare la metropolitana leggera Roma-Pomezia-Ardea, migliorare la rete ferroviaria pontina, costruire parcheggi di scambio alle stazioni, mettere in sicurezza tutta la statale Pontina per salvare vite umane (560 morti e centinaia di feriti e invalidi negli ultimi 20 anni)”.

Intanto i comitati fanno sul serio e hanno fatto partire una raccolta firme per chiedere di rinunciare al progetto. Nel frattempo continuano gli appelli alle istituzioni per incontri in cui discutere dell’opera. Uno è previsto a Latina per l’11 settembre, è stato organizzato dall’Ance e il comitato “No Corridoio” sarà presente per confrontarsi con chi invece è a favore della realizzazione dell’opera autostradale.

CORRIDOIO ROMA-LATINA, ANCHE I GRILLINI SI UNISCONO AL FRONTE DEL NO

CORRIDOIO ROMA – LATINA, ECCO IL BANDO. E PER LA CISTERNA – VALMONTONE ARRIVANO 240 MILIONI

CORRIDOIO ROMA-LATINA, NELLA POLEMICA INTERVIENE ZINGARETTI: IMPOSSIBILE FERMARE IL PROGETTO

ROMA-LATINA, ANCHE UNINDUSTRIA SI SCHIERA DALLA PARTE DEL SÌ. STIRPE: IL LAZIO COSÌ ESCE DALL’IMMOBILITÀ

CORRELATI

spot_img
spot_img
spot_img
spot_img